Stufi della Milano da bere e vogliosi di goderci u...

Recensione di del 18/04/2009

La Casa dei Nonni

28 € Prezzo
8 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Stufi della Milano da bere e vogliosi di goderci una serata mangereccia in un ambiente bucolico io ed un amico prendiamo la macchina e da zona Corvetto ci dirigiamo verso le meravigliose colline dell’Oltrepò dove siamo certi che troveremo qualcosa che ci soddisferà.
Dopo un breve viaggetto, sulla strada che conduce da Pavia a Stradella ci imbattiamo in un negozio che dall’insegna che campeggia al di fuori dello stesso promette di vendere salami veramente buoni ed il richiamo del salume è per noi troppo forte, quindi decidiamo di fermarci.
In effetti il negozio è fornito di ogni ben di dio in campo salumi (per la maggior parte di produzione propria) e quindi oltre ad uscire entrambi con il proprio salame (devo ancora assaggiarlo, il mio amico lo ha già spazzolato e giudicato ottimo) usciamo pure con una raccomandazione di un ristorante non troppo lontano dove ci viene promesso verremo soddisfatti.

Giungiamo in zona ma essendo un po’ presto decidiamo di inerpicarci sulla stretta stradina ricca di tornanti e circondata dalle vigne che raggiunge i 250 metri di Zenevredo da dove si gode una vista magnifica, la giornata è ventosa e piovigginosa ma ciò non ci impedisce di goderci la bucolica vista. Anche il proprietario del baretto locale (nel quale facciamo un bel aperitivino con bollicine della zona) ci rassicura sul fatto che La casa dei Nonni (così si chiama l’agriturismo consigliatoci) è un’ottima scelta e che Amedeo (al quale siamo incaricati di portare i saluti) ci tratterà come dio comanda.

Arriviamo quindi affamati come lupi davanti a questo agriturismo che ha sicuramente un gran bel aspetto. Molto curato nei dettagli è diviso in diversi nuclei abitativi su ognuno dei quali capeggia una targa con il nome, il parcheggio è molto ampio, unica pecca a mio avviso è l’assenza della vista che si gode pochi metri più in alto, ma non si può avere tutto dalla vita!
Entrati veniamo accolti da Amedeo in persona, al quale portiamo i saluti dei vari amici della zona, che ci invita a salire dei gradini ed entrare nella sala dove si terrà la cena. Il setting è quello classico di un agriturismo, molto rustico ma anche molto accogliente, insomma quello che ci si aspetta da un ristorante di questo genere. Veniamo fatti accomodare al tavolo a noi riservato, il ristorante non è pieno ma si riempirà durante il corso della serata, i coperti sono pochini, cosa positiva per tenere alta la qualità del servizio.

Ordiniamo una bottiglia di acqua frizzante e vino bianco e rosso della casa. Il mio amico non beve rosso quindi sono obbligato mio malgrado a provare quello della casa anzichè una bottiglia: con i tempi che corrono devo guidare fino a Milano dopo cena e non ho intenzione di finire in galera per un goccio di troppo di rosso.

Il menu è fisso come in ogni agriturismo e si inizia con gli antipasti.
Tagliere di salumi con salame locale (divino), coppa (ottima) e lardo (discreto), lingua di vitello in salsa verde (buona), cotechino (divino, avrei mangiato questo per tutta la serata, si scioglieva in bocca, amo il cotechino!), ed un quarto antipasto che mi ha lasciato un po’ perplesso, praticamente una fetta di toast con funghi e formaggio sciolto sopra (credo che il formaggio fosse brie). Insomma niente da dire sul sapore ma avrei potuto farmelo anche io in casa con gli stessi/migliori risultati. Diciamo che a parte questo la qualità totale dell’antipasto è più che soddisfacente.

Nota negativa subito da menzionare sul servizio: le due volonterose cameriere non sfodereranno un accenno di sorriso per tutta la sera ma sopratutto non daranno mai alcuna spiegazione su quanto portato in tavolo, ci verranno date sintetiche spiegazioni solo dietro nostra richiesta, mah...

Concentriamoci quindi sul cibo e continuiamo nella descrizione di quanto provato.
I primi sono due, classici e niente più che discreti: pisarei e fasoi e ravioli al brasato. Devo aprire una nota a parte su i ravioli al brasato, chiaramente (credo perchè a questo punto mi era passata la voglia di fare domande) fatti in casa. Assolutamente fantastici, di una delicatezza eccezionale, insomma una sinfonia di sapori: fosse per me avrei mangiato solamente il cotechino e i ravioli e sarei stato soddisfatto!

Anche i secondi che ci arrivano sono due, uno a mio parere abbastanza insignificante, l’altro di qualità elevatissima. Partiamo dal migliore, un arrosto di vitello con la carne che si tagliava con la forchetta da quanto era morbida. Anche le patate al forno che lo accompagnavano erano di ottima fattura.
Inutile a mio avviso una specie di insalatina con tacchino, asparagi e pomodorini portati insieme e senza spiegazioni. Io ovviamente mi sono subito avventato sull’arrosto e per me il secondo piatto era al limite dell’insapore dopo il godimento di quello precedente. Va beh, pazienza.

Che dire? Sazi ma non pienissimi (le porzioni sono giuste, non di più) avremmo la voglia di chiedere un bis (io di cotechino, il mio amico di ravioli) ma la faccia della cameriera ci fa scappare la voglia e decidiamo quindi di terminare con il dolce.
Per il mio amico panna cotta ai frutti di bosco giudicata ottima e per me salame al cioccolato con cremina e scorza di arancia di ottima fattura.

Dopo due caffè e un Montenegro scendiamo per il conto che sara’di 56 euro totali. Il buon Amedeo pur essendo lì con altri clienti non si sogna nemmeno di chiedere come sia andata e se usciamo dal locale soddisfatti, la gestione onestamente mi lascia perplesso.
Posto in cui ritornerei per la qualità di alcune delle proposte provate ma con tutte le alternative che ci sono sul mercato non credo ci tornerò quando sarò in zona, alla fine per me una buona cena e una bella serata devono essere accompagnati da un servizio amichevole e dal fatto di sentirsi “coccolati” soprattutto in un agriturismo!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.