Di ritorno da un weekend di relax io e i miei amic...

Recensione di del 26/10/2008

Antica Trattoria San Galdino

28 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Di ritorno da un weekend di relax io e i miei amici decidiamo di fermarci in questa trattoria, già provata in precedenza e giudicata buona. Il posto si trova in questo piccolo centro a pochi chiometri da Milano e lo si trova facilmente dal momento che è adiacente la chiesetta da cui prende il nome: San Galdino.
Entrati nel locale troviamo a sinistra il bancone bar e a destra le due salette dove si può consumare il pasto. Seduti al tavolo si nota il gran movimento dei camerieri che solerti ci propongono la lista dei vini e il menu del giorno.

Come vino scelgo un "rosso Borghesa" 2007 di "Cà Tessitori" non entusiasmante ma dignitoso. La carta dei vini propone etichette per lo più dell'Oltrepò pavese e poco altro ma in compenso i prezzi sono buoni; molte etichette costano dagli 8 ai 14 euro.

Tutti ordiniamo l'abbondante antipasto (9 euro) composto da una scelta di verdure (peperoni, funghetti, carciofi, cipollotti) che la cameriera ci propone dopo averci chiesto preferenze e non (arriva proprio con un carrello); insalata russa buonissima e assai ricca; ottimi nervetti; tris di salumi (i classici prosciutto crudo, coppa e salame). Infine un buon cotechino caldo servito con lenticchie. L'antipasto è semplicissimo ma buono e composto da prodotti freschi in cui meritano menzione l'insalata russa ed il cotechino. Volendo è possibile chiedere bis e tris, sempre che non siano loro a proporvelo. Voto 8.
Per quanto riguarda il proseguio del pranzo, memore della mia visita precedente avevo consigliato i miei amici di ordinare un piatto solo e abbiamo fatto bene dal momento che alcuni non hanno terminato quanto ordinato, io compreso.

Oltre al mio piatto, porcini trifolati con polenta, assaggio qualche piatto dei miei amici: ordinati e assaggiatti un risotto alla milanese con porcini (buono ma forse il riso un po' troppo cotto), ravioli della casa burro e salvia (buoni e ricchi) ed infine tagliatelle ai funghi (ottimi anche se in realtà sono pappardelle). Voto 7,5.

Ecco i secondi.
La mia polenta con porcini è ottima: l'ho avanzata a causa dell'abbuffata dell'antipasto; comunque i porcini erano ottimi (dicono che quest'anno ce ne siano pochissimi di origine italiana, fatto sta che anche se fossero slavi hanno fatto bella figura); filetto di manzo alla griglia con patate: già alla vista si è appagati, la cottura è magistrale ed il gusto non è da meno; infine una casseoula ebbene sono innamorato di quella che fa mia madre ma questa già dal profumo lasciava intendere che non sarebbe rimasta a lungo sul piatto, infatti. Voto ai secondi 9.

Per quanto riguarda i dolci abbiamo assaggiato (tutto fatto rigorosamente in casa) un sorbetto al caffè (buono e assai simile alla coppa del nonno quando la si mangia un po' sciolta), una torta al cioccolato fatta con farina di mandorle (very strong), un eccellente tiramisù (gente giù il cappello!). Voto 8.

In conclusione il posto merita una capatina se si cerca un buon posto genuino a conduzione famigliare con piatti semplici ma buoni e a prezzi contenuti: i quattro primi vanno dai 6,50 ai 7,50 euro. I secondi: dai 9 euro della porchetta al forno di mialino lattante ai 17 euro della mastodontica cotoletta di vitello alla milanese. Gli altri sono sui 12 euro tra cui stracotto di manzo, tagliata di beef con rucola e grana. I contorni sono suie 3,50 euro, i dolci 4 euro, il coperto 1,50.
Alla fine il conto è di 30 euro a testa e lo giudico buono date le porzioni.
Consigliato!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.