Alla ricerca di qualche trattoria genuina nei dint...

Recensione di del 02/06/2008

Antica Trattoria San Galdino

36 € Prezzo
4 Cucina
5 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 36 €

Recensione

Alla ricerca di qualche trattoria genuina nei dintorni di Milano, capitiamo in quel di Zelo Surrigone, considerato uno dei tre Comuni più pianeggianti d'Italia, essendo il territorio comunale caratterizzato da un dislivello massimo (!) di un metro.

Curiosità geografiche a parte, raggiungiamo l'Antica Trattoria San Galdino, che di antico onestamente ha ben poco: la facciata dell'antica chiesa, che costituisce una parete del palazzo ben più moderno che ospita il locale.
All'interno si notano due sale adiacenti e separate da archi, entrambe tinteggiate in arancione pastello e decorate da quadri di artisti ignoti.
Veniamo fatti accomodare nella seconda sala, con vista sul cortile interno, e il solerte cameriere ci porta subito la lista del giorno, insieme a quella dei vini.

Ci vengono proposti degli antipasti misti, che facevano bella mostra di sé su un carrello all'ingresso: insalata russa, cipolline, nervetti, salumi misti... Decidiamo di lasciar perdere e ordiniamo un piatto di agnolotti al burro e salvia e una porzione di lasagne al forno.
Non facciamo in tempo a finire l'ordine che i piatti ci vengono serviti, prima ancora dell'acqua e del vino!
E' evidente che essi sono già pronti, e se ciò risulta normale per quanto riguarda le lasagne, lo è molto meno per i ravioli.
Peccato, perché gli agnolotti sono di buona qualità, con un ripieno delicato e giustamente saporito: la temperatura quasi fredda degli stessi però non permette alla mia ragazza di goderseli con la calma necessaria, in quanto diventerebbero gelidi.
Le lasagne, abbondanti, sono gradevoli, disposte sul piatto in tre piccoli quadrati, che sospetto vengano da teglie differenti, a causa della loro diversa temperatura: solo uno di essi è ben caldo, gli altri due tiepidi.

L'avvio così rapido ci ha un po' spaventato: siamo seduti da non più di dieci minuti, ed abbiamo già terminato i primi! Un po' titubanti ordiniamo due cotolette alla milanese, sperando che almeno queste vengano fatte espresse. Come contorno, due porzioni di patate al forno.
Per fortuna per avere le due milanesi ci vuole un po' di tempo, e ciò ci tranquillizza: spendere 18 euro per una cotoletta riscaldata al microonde come al bar, non ci farebbe molto piacere. Nel frattempo arriva un carrello con un pentolone di agnolotti, uno di risotto alla milanese, e uno di tagliatelle, accompagnati da una teglia di lasagne: è la conferma che i primi vengono prodotti a ondate, e che non vengono fatti espressamente ad ogni ordinazione.
Arrivano le cotolette, piuttosto grandi, con l'osso, ben fritte ma non unte. Sono discretamente buone, anche se la parte vicina all'osso risulta un po' troppo cruda per i nostri gusti: la lasciamo lì.
Le patate al forno sono guastate dallo stesso difetto delle lasagne: ma in questo caso la differenza di temperatura passa dal tiepido al freddo. Per fortuna la dose non è da mangioni.

Concludiamo con due porzioni di torta di cioccolato, fatta in casa e discreta, e due caffé.
Ad accompagnare il pasto una bottiglia di minerale frizzante e una di Dolcetto d'Alba, scelta quasi obbligata in quanto, non so se per errore o per scelta, sulla lista dei vini sono elencati solo vini rossi. Ad ogni modo, la bottiglia ci viene portata già stappata, ed ho forti dubbi sul suo contenuto, che proprio non ha le caratteristiche del dolcetto.

Passiamo quindi alle dolenti note. Il conto è di 72 euro, così suddivisi: due coperti 3 euro; una bottiglia di vino 10 euro; una bottiglia di minerale 1 euro; due primi 13 euro; due secondi 36 euro; due dolci 7 euro; due caffè 2 euro.
E tutto ciò grazie al fatto che i due contorni, messi in lista a 3,50 euro l'uno, non ci sono stati conteggiati, altrimenti il totale sarebbe arrivato alle soglie degli 80 euro.
La cifra è assolutamente esagerata in relazione al locale, alla presentazione dei piatti, e alla loro qualità, ed anche alla loro quantità.
Chi si aspetta una trattoria genuina, dove si mangia bene a prezzo discreto, resterà, come è successo a noi, parecchio deluso.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.