Per il nostro soggiorno di fine anno a Volterra ci...

Recensione di del 30/12/2007

Da Beppino

35 € Prezzo
5 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Per il nostro soggiorno di fine anno a Volterra ci eravamo riproposti di assaggiare e sperimentare la cucina tipica, anche sulla base di quanto segnalato dagli utenti de ilmangione. Per un caso fortuito non abbiamo trovato posto per alloggiare nell'Agriturismo dei proprietari del ristorante Da Beppino, ma decidiamo comunque di trascorrervi la sera del 30 anche perché si era un po’ stanchi dal viaggio e la voglia di mettersi a cercare non era poi tanta.

Il locale ci è sembrato accogliente, l'unico dubbio proveniva dal fatto che nonostante fosse ora di cena, il ristorante era praticamente vuoto..
Comunque decidiamo di entrare, ci accoglie un cameriere abbastanza gentile che ci fa accomodare in un tavolo centrale e ci porta subito il menu.

Dunque.
L'appetito non è molto, ma il mio fidanzato e il suo amico optano risoluti per una fiorentina, chiedendone prima le pezzature. il taglio, ci dice il ragazzo, è sul chilo e circa duecento grammi, io prendo un antipasto della casa e una selezione di formaggi toscani con miele e marmellata, la mia amica un semplice piatto di spaghetti al pomodoro.
Al momento di scegliere il vino, sempre il solerte cameriere, che purtroppo è stato un pochino troppo insistente, ci ha proposto un Brunello in "offerta" a 40 Euro oppure un Chianti a 18, ma per non rischiare abbiamo deciso di iniziare con un vino sfuso della casa (da lui chiamato Sangiovese) con la ferma intenzione di cambiarlo con un Villa Antinori che avevamo visto tra le bottiglie della cantina, all'arrivo delle Fiorentine. Il Sangiovese in realtà era più insipido di un qualsiasi vino in cartone da supermercato, acqua minerale.

Il mio antipasto consisteva in quattro fette di salame normale, un po’ grasso non particolarmente saporito, due fette di salame che avrebbe dovuto essere piccante, una bruschetta di paté di fegato, una bruschetta con una salsa che non sono riuscita ad individuare ma ricordava maionese e ketchup, due fette di prosciutto crudo, senza nessun sapore, né salato né dolce. La delusione sono state le due fiorentine, gli uomini hanno dovuto litigare non poco per tagliarle, ci è rimasto inoltre qualche dubbio sul peso, poco sale, un rametto di rosmarino e un po’ di pepe che però non hanno risollevato la situazione. Purtroppo per il ristoratore, dalle mie parti siamo abituati a carni ben più tenere e saporite, come credo debba essere sacrosantamente una Fiorentina degna di questo nome.

Gli spaghetti erano conditi con aglio e un po’ di pomodoro, la selezione di formaggi non ha portato nulla di speciale, pochissimo miele (un quarto di cucchiaino da caffè) un assaggio di marmellata e qualche chicco di uvetta. Non abbiamo fatto il cambio del vino, vista la qualità della carne. Il caffè devo dire che era invece discreto. Due grappe come digestivo finale.

Ci aspettavamo comunque un conto non propriamente popolare considerando che le bistecche da menu stavano credo 4 Euro o 4,50. Totale in quattro persone, con un antipasto un secondo di formaggi due bistecche un primo al pomodoro quattro caffè, due grappe e mezzo litro di vino sfuso Euro 143. Ci siamo attardati un po’, forse mezz'ora per chiacchierare, nel locale c'era ancora qualcuno, ed in fondo non era tardissimo, nemmeno le dieci e mezza. Credo che non abbiano gradito molto, ma forse è stata una mia impressione influenzata dalla serata. Classico ristorante da posto turistico, forse siamo capitati la sera sbagliata?

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.