Era da molto tempo che un amico mi parlava di ques...

Recensione di del 27/02/2011

Agriturismo De Bortoli

25 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Era da molto tempo che un amico mi parlava di questo agriturismo e finalmente siamo riusciti ad andarci di domenica sera.
Il locale è immerso nel parco dei Colli Euganei e per arrivarci serve un navigatore. Si entra da un grande cancello su una strada di sassi che porta pian piano al locale e all'ampio parcheggio interno.
Il locale è costituito da un porticato chiuso da grandi vetrate e da una parte interna. Il locale alle 9 di sera di domenica è pieno e se non avessimo prenotato non ci sarebbe stato posto.
Ci accompagnano al tavolo nel centro del porticato: l'ambiente è classico, con sedie in legno e cotto a terra, i tavoli sono ben distanziati e nonostante il locale sia pieno non è troppo rumoroso.

Siamo in cinque e tutti affamati, non ci dilunghiamo molto in chiacchiere e ordiniamo.
Prendiamo tutti un antipasto della casa con soppressa, funghi e polenta. Ovviamente la sopressa è di casa, fatta con materie prime del luogo, come del resto la maggior parte dei piatti, ed è squisita.
Passiamo poi ai primi.
Bigoli al ragù di cinghiale si sprecano anche se io preferisco cambiare e scegliere degli spaghetti alla chitarra con il ragù di cinghiale.
Giusto il tempo di fare due parole e arrivano i piatti: la pasta è rigorosamente fatta in casa, il gusto del cinghiale è molto saporito e il piatto finisce in un baleno. Incuriosito dal piatto dell'amico vicino decido di assaggiare il suo pasticcio di carciofi, veramente delicato.
Ma passiamo ora ai secondi piatti.
Anche qui il cinghiale la fa da padrone con tre piatti di spezzatino di cinghiale con olive e polenta: la pietanza viene servita in una ciotola in terracotta che serve a tenerlo ben caldo, con un piatto di polenta per ciascuno. Neanche a dirlo, le stoviglie sono lucide da quanto abbiamo fatto "scarpetta". Il gusto del cinghiale così cotto è ancora più saporito rispetto alla pasta e l'abbinamento con un buon rosso dei colli è perfetto. Con i secondi (una delle commensali ha preso una tagliata di manzo che alla vista è cotta la punto giusto) sono arrivate anche erbette cotte, tipiche della zona, cucinate in padella e patate arrosto.
A questo punto un po' di pausa è d'obbligo vista la corposa cena.
Dessert.
Io e un altro amico decidiamo di proseguire con un buon semifreddo al torroncino, servito su un piatto che sembra una tavolozza per i colori di un pittore, abbastanza inusuale come forma: il gusto è delicato e si sposa in maniera ottimale dopo una cena del genere.
Altri commensali optano invece per un sorbetto al mandarino o al limone mentre a tutti noi viene offerta una grappa di ciliege per digerire tutto questo ben di Dio.

Purtroppo è venuta anche l'ora di andare via.
Il conto? 25 € a persona, direi un ottimo rapporto qualità/prezzo. Sarà sicuramente meta di altre mie cene, anche per provare le altre specialità (il germano reale e la grigliata).

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.