In quel di Verona per lavoro per la cena serale op...

Recensione di del 31/05/2010

Trattoria al Pompiere

85 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 85 €

Recensione

In quel di Verona per lavoro per la cena serale opto per questo locale su indicazione di un affidabilissimo mangione autoctono.

Il locale è in un vicoletto laterale di Via Cappello, via che ospita la Casa di Giulietta, ed il vicolo si trova sulla destra dando le spalle a Piazza delle Erbe. In altro vicolo laterale della stessa strada poco prima ed a sinistra ilMangione impenitente troverà una piccola confetteria, Calima Choccolate, spacciatrice delle Sfoiadine di Perbellini (30% di contenuto in burro) con le quali potrà dolcemente accrescere il proprio tasso di colesterolo occludendo con goduria le proprie arterie!

Alle 20.15 entro nel locale, un ingresso poco appariscente in legno scuro mena nella prima delle due sale del ristorante. Le pareti sono totalmente coperte di fotografie in bianco e nero di volti noti ed ignoti, mobili in legno scuro, un bancone stile bar in fondo alla prima stanza, tovaglie verdi e copri tovaglie a quadri bianchi e verdi. Apparecchiatura di buon livello con bicchieri appropriati. Vengo preso in carico da un cameriere gentile e distaccato… o forse solo timido e sono fatto accomodare nella seconda sala. Mi viene subito chiesto dell’acqua che arriverà di lì a poco accompagnata dal cestino del pane, discreto.

La carta dei vini è, ovviamente, molto focalizzata sul Veneto e la mia scelta cade su un ottimo Valpolicella di Roccolo Grassi 2006 (36 euro) che accompagnerà ben più che degnamente tutta la cena.
Su consiglio del mangione autoctono consulto la lista dei salumi, lista notevole invero e consigliato dal cameriere opto per una degustazione (14 euro) tutta veneta, sopressa un prosciutto ed una pancetta locale che verranno serviti con una piacevole e crocchiante giardiniera casalinga. Indubbiamente qualità alta della materia prima: ho apprezzato in particolar modo la pancetta dalla piacevolissima speziatura, il prosciutto era indubbiamente buono ma non particolare. La sopressa trova indubbiamente giusta ed onorevole fine con la giardiniera che smorza l’impatto del grasso dell’impasto.

Buon inizio.

Salto il primo e come secondo mi ordino un carré d’agnello in crosta d’erbe (19 euro) con una misticanza di contorno (6 euro).

Dopo la scelta degli affettati e del vino il cameriere ha vinto un po’ la sua timidezza e distacco e lo chef fa un giro in sala per assicurarsi che tutto proceda correttamente.
Arriva il mio carré di agnello, cotto al forno su una “crosta” di erbe aromatiche, viene servito con patate al forno e zucchini stufati. La cottura a mio gusto poteva essere un po’ più al rosa ma ciò non toglie che il piatto sia ben eseguito, la carne è tenera e saporosa con il tipico ma non eccessivo afrore dell’agnello, le patate gustose ed asciutte.
La misticanza è indubbiamente interessante, riconosco delle foglie di barbabietola rossa, dei germogli sempre di barbabietola, pimpinella e poco altro ma risulta un po’ “coriacea” alla masticazione.

Concludo con un piatto di formaggi (10 euro), viene lo chef a chiedermi cosa preferisco ed anche qua la scelta cade su una selezione il più possibile a chilometro zero. In un bel piatto quadrato mi vengono serviti del Monte Veronese fresco, quello stagionato, un ubriaco ed altri che ho dimenticato. Il tutto accompagnato da pane ai fichi e noci, composta di fichi, miele, mostarda di mele e mostarda di pere.

Selezione interessante di formaggi tutti nuovi per me anche se nessuno in particolare mi è rimasto nel cuore

Una buona grappa di Amarone di Masi chiude la piacevole serata.

Ambiente piacevole elegantemente rustico, caldo ed accogliente. 6

Il servizio come già detto corretto e distaccato, forse dovuto anche al fatto che parte dei camerieri sono stranieri con qualche problema di conoscenza della lingua italiana. 6

La cucina - anche se non ho potuto giudicarla appieno avendo scelto un solo piatto cucinato ed essendomi focalizzato su affettati e formaggi - è curata, attenta alla qualità delle materie prime, alle cotture ed all'equilibrio degli ingredienti e condimenti. 6

Totale 85 euro niente coperto, acqua e grappa offerta.

Non proprio a buon mercato, giudicherei un rapporto normale per gli standard milanesi non avendo ben presente quelli veronesi.

Comunque un indirizzo affidabile ed una esperienza ripetibile.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.