Recensione di del 06/05/2014

Trattoria al Bersagliere

45 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Al Bersagliere è una nota e storica locanda veronese da anni presenza fissa sulla guida delle Osterie d'Italia, ed “espone“ tutti e tre i simboli che vengono utilizzati per sottolineare alcune caratteristiche positive. E non sono molte le Osterie che possono fregiarsi di questo tris.
Mi piace usare il termine di locanda perchè a mio giudizio , rende molto bene l'essenza di questo locale. Ospitato in una palazzina del quartiere Filippini, a poca distanza da Piazza Bra, cuore della città, “ Al Bersagliere “ propone principalmente piatti della tradizione veronese. Con qualche interessante divagazione.
Appena entrati, si trova il bancone del bar dove è possibile fermarsi per un classico "gotto".
Se poi si desidera mangiare, ci si può accomodare in una delle sale arredate in maniera sobria ma al tempo stesso con una certa eleganza e “calore“.
Stesso discorso per i tavoli. Presenti anche numerosi quadri alle pareti.

Prima della descrizione dei piatti assaggiati, mi sembra giusto citare la proposta enoica. Una bella lista con protagonisti principali (anche se poi noi ci siamo orientati su altre zone) i vini del cosiddetto territorio.
In primis il famoso Amarone. Però di cantine meno conosciute e “commerciali”.
E questo vale anche per la maggior parte degli altri vini proposti. Bianchi e rossi ; veneti e non. Una scelta voluta e perseguita con costanza come ci spiegava il gentile proprietario e il figlio che, insieme ad un altro cameriere, provvedono al servizio.
E direi proprio che, da come spiegava le caratteristiche del primo vino scelto, lo fanno con passione. E competenza.

Come antipasto ho scelto un piatto soprannominato “San Marco“: filetto di maiale marinato e affettato molto sottile. Accompagnato da una piccola giardiniera. Un inizio discreto ed appetitoso grazie anche alla buona qualità della giardiniera.

Come primo, anche per accontentare uno dei miei commensali, ho ordinato “Risotto all'Amarone“. Uno dei classici piatti veronesi, qui proposto in dose generosa.
Buono, pur non essendo un piatto che amo particolarmente. Sicuramente è stato più apprezzato dal mio collega che ha origine decisamente non venete.

Per rimanere in tema... (di piatti insoliti per me) ho scelto come secondo una (due per la verità) "bistecca di cavallo con aglio e prezzemolo".
Sicuramente il piatto più originale. Buona la carne, anche se il cavallo mi fa sempre un certo non so che, piacevolmente insaporita da aglio e prezzemolo.

Poi, per far compagnia al terzo commensale arrivato in ritardo, ci siamo sacrificati e siamo tornati al primo. Ed abbiamo ordinato i “Tortelli di baccalà“.
Che definirei senz'altro molto, molto buoni. Abbondanti, corposi, ricchi di ripieno saporito e conditi con una bella quantità di burro che farà anche male, ma è tanto buono. Un risultato d'insieme veramente soddisfacente.

Tornando al vino , “Il Templare“ una Vernaccia della Cantina Montenidoli del 2003 , si è rivelato un vino profumato e fuori dalla norma. Un bianco italiano capace di invecchiare a lungo che cambiava a seconda del piatto abbinato e della temperatura. Il rovescio della medaglia è che ad ogni assaggio mi assaliva il dubbio che fosse un pizzico “troppo maturo”.
In ogni caso, direi che è il classico vino da bere non a tutto pasto ma da degustare in compagnia di amici e di altri vini similari.
A seguire der Gewürztraminer vom Plattenhof 2012, che, pur molto più giovane e di tutt'altro genere, ha fatto la sua bella figura. Forse un po' troppo aromatico per i miei gusti. Ma sicuramente anch'esso un vino superiore alla media, mia.
Per finire il quale abbiamo ordinato una porzione di “Monte Veronese stagionato“, anche questo buono e con una bella stagionatura, che ci ha permesso di concludere bene la cena e il vino.

Il conto finale , togliendo i due primi piatti aggiunti “per la compagnia” , è stato di 135 euro. Con un rapporto qualità/prezzo normale. Quasi buono se pensiamo ai 33 euro a testa senza vino.
I voti nascono anche da due esperienze, positive, precedenti. Una recente ed un'altra che si perde nella notte dei tempi.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.