Per questo cenone di San Silvestro avevamo deciso ...

Recensione di del 31/12/2005

Osteria la Fontanina

132 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 132 €

Recensione

Per questo cenone di San Silvestro avevamo deciso già da tempo di tentare la cena al ristorante, esperienza che ci mancava in questo contesto. Dopo aver chiesto con largo anticipo disponibilità e carte ai nostri ristoranti preferiti di Verona e provincia abbiamo prenotato per due alla Fontanina con circa un mese di anticipo.

Circa dieci giorni prima una coppia di amici ci ha chiesto di aggregarsi e con una telefonata abbiamo provveduto a modificare la prenotazione da 2 a 4 persone senza nessun problema.

L'appuntamento è per le 21:00 ma a causa dell'improvvisa nevicata che si abbatte su Verona arriviamo alle 21:30 circa. All'ingresso siamo ricevuti da uno dei camerieri che si occupa delle nostre giacche mentre la maitre e titolare ci accompagna al nostro tavolo posto nell'elegante sala 2.

Vi risparmio la descrizione del locale che trovate nelle altre mie recensioni e passo direttamente al racconto della serata. Il ristorante, circa 30 coperti, è pieno e la cena è giustamente già iniziata.

Dopo esserci accomodati al nostro tavolo ci viene servito un aperitivo soave Brut di Coffele assieme ad un'ottima mousse di storione.

Il tavolo è come al solito ben apparecchiato, le carte con il menù della serata sono già presenti ed il cestino del pane ci viene servito subito dopo così come l'acqua gasata da noi chiesta.
Il cestino del pane è composto da 4-5 varietà e dei grissini, tutto fatto in casa e ancora caldo.

I vini sono già compresi nel menù ma ci viene portata una carta degli spumanti per scegliere la bottiglia della mezzanotte. La nostra scelta è per un Giulio Ferrari, riserva del fondatore 1993. La partenza è con un ottimo Sauvignon Lahn Alto Adige 2002 St. Michael Eppan.

Antipasti:

- Mousse di carciofi su specchio di molluschi e crostacei con vela di pane
Molto delicata nel gusto e ottimo abbinamento. Voto 9.

- La capasanta, la zucca e il fungo...
In un elegante ceramica sono disposti 4 capesante avvolte in veli di pancetta affumicata e adagiate su di una crema di zucca accompagnata da ottimi funghi saltati. Voto 9.

- Piramide di tonno sashimi in crosta d'erbe su insalatina al profumo di zenzero
A mio avviso l'antipasto migliore. Il tonno è squisito ed appena scottato. Egregia la crosta e l'abbinamento con lo zenzero. Voto 10.

Primo piatto:

- Risotto mantecato al burro di vaniglia con ragout di crostacei
Forse il piatto meno entusiasmante della serata ma comunque valido nella preparazione e nel gusto.
Voto 8.

Al secondo viene abbinato un Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Tenuta Pederzana.

- Cotechino con le lenticchie di Castelluccio, gamberi e gallinella di mare
Curioso abbinamento di maiale e pesce. Molto buono ma senza lasciare particolari impressioni.
Voto 8.

Dolce:

- Delizia di mezzanotte
Su un piatto di vetro ci viene servita una composizione di 4-5 assaggi tra cui ricordo un'ottima crema di panettone ricoperta da cioccolato equatoriale, un pezzo di ottimo mandorlato.

Assieme a quattro ottimi caffè viene servita anche della piccola pasticceria molto buona a cui abbiniamo due calici di Rhum agricolo Demerara 1976 doppia fermentazione e maturazione in botti di ciliegio. Squisito.

Il servizio è sempre stato impeccabile, attento e discreto.

Conto totale di 530 EUR in 4 di cui 400 per il menù, 90 per il vino e 40 per i 2 rhum.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.