Su questa recensione è stata aperta una discussion...

Recensione di del 07/11/2007

Piccolo Lago

190 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 190 €

Recensione

Su questa recensione è stata aperta una discussione nel nostro forum: clicca QUI per leggerla e parteciparvi

A cena da un amico ristoratore, parlando di enogastronomia, mi dice di volere fare una puntatina in quel di Mergozzo, dalla famiglia Sacco per provare la cucina dello chef Marco. Siccome non riusciamo mai a fare collimare questi “gravosi impegni“, al Piccolo Lago ognuno ci va per conto proprio e poi si farà una rimpatriata per confrontare le impressioni.

AMBIENTE
Esterno
Il ristorante si trova sulla strada che porta verso il paese di Mergozzo, fronte lago e con la struttura simile ad uno chalet. Il parcheggio è sul lato opposto in comune con l’hotel della stessa proprietà.
Interno
Sono accolto cordialmente dal maitre e la sala principale dà subito un senso di assoluto calore, con braciere, camino centrale acceso, toni caldi, tanto legno e tetto a vista, tavoli rotondi discretamente distanziati fra loro, tovagliato e “mise en place” elegante. Inoltre, vi sono due zone con grandi vetrate vista lago ed è in una di queste che vengo fatto accomodare. Non trasmettono lo stesso calore della sala principale ma la vista lago è estrememente gradevole.
In sala, gestita dal giovane maitre, vi sono cinque persone tra sommelier e camerieri; tutti molto professionali, preparati e disponibili.

MENU
Sono proposti tre menù degustazione:

I Classici del Piccolo Lago, a euro 70 a persona bevande escluse, oppure euro 110 con degustazione di vini al bicchiere in abbinamento.
Menù di tre portate più formaggi e dessert che raccoglie “i piatti storici” della nostra cucina e che propone solo prodotti tipici di questo territorio selezionati tra piccoli produttori delle Valli Ossolane.

Dall’Acqua... a euro 90 a persona bevande escluse, oppure euro 140 con degustazione di vini al bicchiere in abbinamento.
... alla tavola, pescando nei laghi, nei fiumi e nel mare. “Un’immersione” gustativa di cinque portate più dessert.

Gran degustazione a sorpresa a euro 130 a persona bevande escluse, oppure euro 190 con degustazione di vini al bicchiere in abbinamento.

Alla carta abbiamo:
Antipasti
- Merluzzo a pelle nera del Baltico, cardo gobbo novello, leggera bagna caoda alla banana euro 25;
- Hamburger di trota del Mergozzo nella tradizionale affumicatura, pane in cassetta all’aceto balsamico, cipolle in tempura euro 25;
- Carosello di piccoli antipasti euro 25,00;
- Flan di Bettelmatt, leggera mostarda di pere, salsa di mirtilli di montagna speziati euro 25,00;
- Torrone di fegato d’anitra marinato al vino Porto e Armagnac in variazione di mela, cialda di polenta gialla euro 25,00;

Primi Piatti
- Tagliatelle di farina di castagne, crema di agone e cipollotto, colatura di “missultin” euro 22;
- “Gli Aironi”, Carnaroli con la gemma, cotto in acqua di scampi, carpaccio di calamaro euro 22;
- Gnocchi di patate in crema di borlotti e mantecato di tinca euro 22;
- Carbonara “au koque” euro 22;
- Raviolone di patata e rapa rossa, al burro d’alpe e spuma di mascarpa euro 22;

Secondi piatti d’acqua
- Lucioperca, composta di rabarbaro e schiuma della sua bottarga, snack di pesce, purea di carote euro 32;
- Evoluzione della tecnica: anguilla dal fuoco al roner euro 32;
- Tapulone di carpa, patate e latte euro 32;
- Continua... viaggio intorno al mondo: Vietnam euro 32;

Secondi piatti di terra
- Filetto e rognoncino di vitello, salsa di latte di pecora, gorgonzola, mostarda e patata allo spiedo euro 32;
- Lombata di capriolo, zucca marinata e gnocchetti all’ossolana euro 32;
- “Germano”, petto e coscia, patata alla brace euro 32;
- Costata tradizionale di razza piemontese cotta su brace di faggio, verdure e pomodori aromatizzati euro 32;

Dessert
Buona scelta al prezzo, se non ricordo male, di euro 14.

Sceglierò il menu Gran degustazione a sorpresa.

CARTA DEI VINI
Buona carta dei vini, di facile lettura in quanto opportunamente suddivisa in sezioni (Spumanti e Champagne, bianchi, rossi, magnum e grandi formati, passiti e dessert), per nazione e per regione.
Interessante carta dedicata alle birre e ai distillati, con una forte presenza di grappe e acqueviti.
I ricarichi sono abbastanza alti.


VIAGGIO GUSTATIVO
Mi viene offerto l’aperitivo (a scelta Contadi Castaldi Saten o Champagne) e portata l’acqua.

Come aperitivo abbiamo:
Champagne Brut Reserve “Philippe Gonet

Vengono serviti i grissini e il pane del tipo bianco, integrale, al pomodoro, sfogliatine e focaccia di cipolle: ottimo, fatto in casa e posizionato su un contenitore in pietra locale (beola) molto calda.
In accompagnamento burro d’alpeggio a dir poco eccezionale.

Benvenuto della cucina:
Aperitivo
In un piatto rettangolare abbiamo polenta bianca con lumaca in umido, sushi di lago con germoglio di piselli e riduzione di soja, lucioperca con aceto di lamponi, verdure in agrodolce, schiacciatina cotta sulla brace con prosciutto crudo della Val Vigezzo stagionato 18 mesi.
Gran gusto polenta e lumaca, squisito il lucioperca, interessante il prosciutto crudo; normale il sushi, il piccolo porcino e la cipolla.
Buono.


Hamburger di trota del Mergozzo nella tradizionale affumicatura, pane in cassetta all’aceto balsamico, cipolle in tempura
Su di un piatto rettangolare di pietra nera troviamo tre anelli di cipolla in tempura, maionese ai tre sapori (curry, paprika e aneto) e sotto una piccola “cupola” trasparente l’hamburger di trota e pane.
Tolta la “cupola” si sprigiona un gradevole profumo di affumicatura e legno, ottima materia prima, notevole l’abbinamento della trota con il pane imbevuto di aceto balsamico.
Voto: 8,50

Abbinamento:
Sauvignon Montan 2006 - Tramin
Uvaggio: 100% Sauvignon;
Colore giallo paglierino, sentori di sambuco, miele e peperone, sapore ricco, acidità e profumo fruttato, abbastanza persistente.
Discreto.


Torrone di fegato d’anitra marinato al vino Porto e Armagnac in variazione di mela, cialda di polenta gialla
Cubetto di fegato sovrastato da ribes, listarelle e rotolo di mela con all’interno deliziosa composta dello stesso frutto al Calvados.
Delicatissimo e nello stesso tempo senzazione netta di sapori. Molto buono.
Voto: 9,00

Abbinamento:
Grand Cru Furstentum Vielles Vignes 2003 - A.Mann
Uvaggio: 100 % Gewurztraminer;
Colore giallo oro, al naso frutti tropicali, molto aromatico, non stucchevole, ricorda molto la vendemmia tardiva. Abbinamento eccezionale.
Ottimo.


Gnocchi di patate in crema di borlotti e mantecato di tinca
Piccoli e sodi gli gnocchi, delicata la mantecatura di tinca, quasi non percepito il gusto dei borlotti; su tutto, tre tipi di alghe provenienti dall’Oceano Atlantico che danno al piatto un non so che di mare aperto.
Voto: 8,00

Abbinamento:
Cinqueterre 2005 - Bonanni Fellegara
Uvaggio: varie tipologie autoctone;
Colore giallo paglierino carico, netto il sentore di agrumi, morbido e sapido.
Discreto.

Carbonara “au koque”
La “salsa”, molto liquida, viene servita all’interno di un guscio d’uovo e posta a fianco del piatto da versare sui piccoli spaghettini, superbi, e sulla fetta di prosciutto crudo del Val Vigezzo che sostituisce il classico guanciale. Il risultato è notevole.
Voto: 8,50

Abbinamento:
Il Nero di Casanova 2005 - Casanova della Spinetta
Uvaggio: 95% Sangiovese - 5% Colorino di Terricciola;
Colore rosso rubino intenso, al naso sentori di piccoli frutti maturi, al palato pulito, leggermente tannico. Abbinamento corretto.
Buono.


Evoluzione della tecnica: anguilla dal fuoco al roner
Particolare la cottura di questo piatto: sulla brace per venti minuti e poi a bagnomaria (al roner)a 60 gradi e per 6 ore, in compagnia di un sacchetto contenente gli aromi (alloro, aglio e rosmarino). Il fuoco restituisce la carne sgrassata, mentre la cottura a bagnomaria la rende meno stopposa.
Viene servita con il suo fegato, con agrumi caramellati e due caramelle artigianali effervescenti per il finale.
Pur non essendo particolarmente amante di questo pesce, ho trovato che questa preparazione lo rende delicato e leggero.
Voto: 8,00

Abbinamento:
Grignolino d’Asti Casalina 2005 - Rovero
Uvaggio: 100% Grignolino;
Colore rosso rubino scarico, al naso profumi di frutta rossa, in bocca aromi fruttati, medio corpo, poco persistente. Abbinamento corretto. Diciamo che questo vitigno non è una dei miei preferiti, ma comunque mi è sembrato un po' anonimo.
Sufficiente.


“Germano”, petto e coscia, patata alla brace
Germano selvatico proveniente dalla Foresta Nera in due cotture; le coscie al forno e il petto alla brace. Viene servito con patate alla brace. Non particolarmente saporita la carne e personalmente non del tutto azzeccato l’abbinamento con la patata.
Voto: 7,50

Abbinamento:
Barolo Villero 1998 - Boroli
Uvaggio: 100% Nebbiolo;
Colore rosso rubino con riflessi granati, profumo prorompente ma raffinato con note fruttate di sottobosco e con aromi di terra, muschio e legno di rovere; in bocca è morbido, potente, con un retrugusto esaltante. Anche se è solo la seconda annata in commercio, il prodotto è molto interessante. Abbinamento forse un po’ troppo spinto, nel senso che la pietanza forse aveva bisogno di un vino con minore personalità.
Buono.

Formaggi
Ottima scelta disposta su tre carrelli che si suddividono in locali, caprini e di latte vaccino.
Provo i locali e mi vengono proposte sei tipologie di cui dell’ottimo Bettelmatt prodotto nel Luglio 2007 e uno stagionato del 2001. Il tutto servito con piccoli pani integrali con uvetta e se si vuole con del miele o composte.
Voto: 8,50

Abbinamento:
The original HY Super Beer - Zago
Birra artigianale non pastorizzata extra strong, doppio malto e rifermentazione naturale in bottiglia, praticamente “metodo champenoise”, gradazione 11°. Abbinamento perfetto e birra veramente squisita.


Selezione di microdessert
Semifreddo al torrone con salsa al cioccolato, bavarese alla vaniglia con succo di fragole, cous-cous di verdure al cioccolato, zabaione freddo con gelato vaniglia e biscotto allo zafferano, tiramisù, crostata con marmellata, tortino di cioccolato, pinacolada.
Le posate sono simpaticamente contenute in una piccola scatola e sono tutte di plastica, con cannucce varie.
Selezione con prodotti freschi e preparazioni molto interessanti.
Voto: 8,50

Abbinamento:
Moscato d’Asti Bricco Quaglia 2006 - La Spinetta
Uvaggio: 100% Moscato;
Colore giallo con riflessi verdi, al naso frutta, al palato vivace e fresco. Corretto abbinamento.
Discreto


Ottimo caffè (100% arabica – San Salvador) con piccola pasticceria molto buona e particolare: fantastica la crostata di mele e deliziose le ciliegie sotto grappa, che mi hanno ricordato quelle che preparava mia nonna vent'anni fa.


CONTO
Un Aperitivo Offerto
Un Degustazione a Sorpresa Euro 130,00
Un Degustazione vino Euro 60,00
Un'acqua minerale Offerta
Un Caffè Offerto
TOTALE: euro 190,00


CONCLUSIONI
Ambiente
Struttura esterna gradevole con bel prato a fianco del lago e piscina; l’interno è elegante, caldo e con belle vetrate vista lago. Molto rilassante.
Toilette normali e pulite.
Servizio
Molto professionale e verso la fine giustamente rilassato; i piatti sono stati tutti spiegati perfettamente anche con metodologie di cottura e ad ogni mia richiesta ulteriore sono sempre stato gentilmente accontentato.
Cucina
In movimento, molto interessante e con largo utilizzo di ottime materie prime locali; piatti molto delicati ed equilibrati che al tempo stesso trasmettono il gusto completo degli ingredienti; assemblaggio e presentazione curati e abbinamenti mai banali.
Con lo chef purtroppo solo due parole.
Cantina
I vini in degustazione sono risultati quasi tutti ben abbinati alle portate.
Prezzi
I menu degustazione “Classici e Dall’Acqua” mi sembrano proposti con un prezzo interessante; mentre il “Degustazione a sorpresa” è in linea con altri ristoranti di pari livello; anche “a la carta” ci si può approcciare senza spendere una fortuna.
Il costo della degustazione dei vini, in virtù di quanto proposto, mi sembra nella norma.


Ottima esperienza e ambiente molto rilassante.


Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.