Gradiscutta è una frazione, una borgata, di Varmo....

Recensione di del 18/10/2008

Da Toni

47 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 47 €

Recensione

Gradiscutta è una frazione, una borgata, di Varmo. Un paesino quest'ultimo, in provincia di Udine nella bassa friulana, a pochi chilometri dall'uscita autostradale di Latisana. Il ristorante da Toni si inserisce dunque in un contesto paesaggistico rilassante, tra campi coltivati, vigneti, verde, pioppi ed acacie. Dove anche la vita di paese scorre lontana anni luce dai clamori e dagli eccessi moderni. Io e lei arriviamo ed entrando, siamo calorosamente accolti da quella che presumo la figlia del titolare. Gentilmente accompagnati al tavolo, ci accomodiamo ed ammiriamo le tre foglie rosse di vigneto poste su uno degli angoli del tavolo. Risaltano piacevolmente sopra il bianco candido della tovaglia ed è inevitabile il richiamo ai colori e alle atmosfere calde dell'autunno. Anche il tipico fogòlar furlàn al centro della sala è acceso e contribuisce ad amplificare le belle sensazioni.

Iniziamo a degustare con un assaggio di benvenuto della casa, un involtino di zucchina con ripieno di prezzemolo e prosciutto ed adagiato sopra una formella circolare di grana fuso in padella.
L'abile ed impettito cameriere che ci segue, ci riempie i piattini per il pane pescandolo da una cesta che tiene su di una mano. Passiamo alle ordinazioni e scegliamo tra le varie pietanze che il professionista ci elenca. Ricordo che non bevo vino e questo mi imbarazza un po' quando si va a far visita a certi locali. Almeno lei si concede del Sauvignon per accompagnare le sue scelte culinarie così non sembra che si voglia andar al risparmio!

Come antipasti scegliamo e ci vengono serviti, del filetto di maiale affumicato bagnato con qualche goccia di balsamico di Modena ed accomagnato da una salsa di burro e noci e dello speck d'anatra disposto a raggiera sugli eleganti e personalizzati piatti (due anatre che spiccano il volo) del locale, condito con olio e balsamico. Il filetto è piacevole da mangiare e l'agro dell'aceto si può pure accompagnare alla carne suina. Trovo invece infelice condire lo speck. Tale accorgimento copre il gusto dell'insaccato, dunque è un'idea che ci sentiamo di non condividere.

Continuiamo con dei tagliolini ai finferli per lei serviti a nido, molto buoni e profumati anche se il pepe si fa sentire leggermente più del dovuto.
Io opto come primo per una crema di fagioli e farro davvero delicata e che scende giù molto bene!

Da tanto tempo non mangio il germano reale al forno così la scelta dei secondi va a questa pietanza. Curata e cotta con maestria, vengo sedotto dal profumo prima e dal gusto poi, concedendomi il lusso di abbandonare coltello e forchetta usate pr il petto e di affrontare la coscetta direttamente con le mani sotto lo sguardo divertito di lei. Amen!

Per il dessert le nostre scelte sono quasi obbligate poichè l'offerta è scarna.
Un tortino di cioccolato fondente accostato ad una pallina di gelato alla crema riposta in un cestino di caramello per lei ed un semifreddo al croccante per me. I piatti sono decorati con foglie d'albero disegnate con polvere di cioccolato su un sfondo di zucchero a velo ed entrambi i dolci sono buoni. La forma e la cura dell'aspetto di ogni piatto è notevole, a nostro avviso la sostanza, seppur buona, non sempre è all'altezza di tanto ricercato servizio. Ma certo merita di esser rivisitato.
Concludiamo con delle caldarroste offerte e servite su un piatto cui poggia una foglia di castagno. Le caldarroste sono giustamente coperte da un tovagliolo (questo fare permette al frutto di sbucciarsi facilmente). La serata è passata veloce e senza accorgerci siamo lì da più di due ore. Ci congediamo e alla cassa paghiamo 94 €.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.