Il ristorante Luce è a Villa Panza a Varese, donat...

Recensione di del 08/07/2010

Luce

75 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 75 €

Recensione

Il ristorante Luce è a Villa Panza a Varese, donata dal Conte Panza al FAI con una collezione importante di quadri e sculture. E' una famosa villa e le due sale interne con tavoli rotondi e apparecchiati con signorilità ricordano lo sfarzo delle sue origini. Siamo a luglio e si cena nel parco della villa, un'oasi di verde, al centro una fontana. La cucina è a vista ben organizzata, tutti possono osservare. I servizi sono al pari della villa.
Siamo in quattro e abbiamo prenotato.
Ci accompagnano al nostro tavolo sotto un grande ombrellone in una serata incantevole e fresca.
Ci portano un prosecco rosè con un'entrée di bacon farcita con coste su un letto di caprino.
Subito viene servita l'acqua naturale e frizzante. Il pane, cinque formine di vari gusti, compreso quello al nero di seppia. viene servito in una vaschetta rettangolare singola. In una terrina d'acciaio il burro lavorato è pronto da spalmare.
Il menu è strano, con descrizioni che ricordano versi di poesia. Le proposte sono divise per costo. La carta vini ha trecento etichette.
Scegliamo quattro menu denominati "semplice-semplice" da 38 €.

Si inizia con l'antipasto: prosciutto di San Daniele accompagnate da due pere al vino rosso, da un gnocco fritto tipo spaghetto e gelato allo yogurth.
I primi sono due,crema di broccoli con capperi e acciughe, una lastra di vetro posata sul piatto con i crostini di pane tostato. Inutile dire che tutto era
perfetto come sapore e cottura e presentazione in piatti di ceramica raffinata. Ad ogni portata si cambiano le posate.
Abbiamo pasteggiato con un Franciacorta Uberti da 30 €.
Per secondo una sfoglia con seppie al sughetto di pomodorini e alici. Un sorbetto al sapore di amaretto rinfresca il palato. Il bianco Vintage Tunina Jermann è favoloso, bisogna degustarlo per capire cosa esprime e per terminare una serata deliziosa (costa 45 €). Come dessert una crema bonet con tre bicchieri di vino marescato.
Con il caffè gustiamo della pasticceria, fine e ottima. Per finire in gloria due Armagnac.
Un solo piccolo neo il servizio è svolto bene da camerieri giovani, preparati, ma con poca elasticità nel confronto dei clienti.
Costo finale € 300, cioè € 75 a persona.

juve43

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.