La tradizione

Recensione di del 07/03/2013

Trattoria Ai Frati

31 € Prezzo
7 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 31 €

Recensione

Piazzetta Antonini è uno degli angoli più suggestivi di questa graziosa Udine, nel pieno centro storico molto vicino alla casa natale di Giovanni da Udine, l'illustre pittore che fu allievo di Raffaello.
il locale è rimasto quello di una volta, affollatissimo questa sera dagli avventori dell'aperitivo, travi a vista e arredi d'epoca. Risale alla fine del '700 e pare abbia preso il nome da alcuni disegni raffiguranti monaci "Bacchici" che ornavano le pareti.
La titolare è la signora Rosa Paolini che vizia i suoi clienti con alcuni piatti della tradizione friulana nonché altre specialità legate alla stagionalità e a cosa si trova sul mercato.
Il locale mantiene la tradizione del "fogolar", luogo accogliente in cui il cliente si sente a casa sua. Look da caffè mitteleuropeo, con un grande bancone, boiserie, tavolini in marmo, paioli di rame appesi alle pareti, quotidiani legati da bastoni di bambù. Pavimento antico in cotto tirato a lucido, nella parte ristorante tavoli e sedie in legno massello, tovaglie in cotone color crema, posate in acciaio, cestino in vimini con pane e grissini industriali, i classici bicchieroni per acqua e calici per il vino.
Servizio sbrigativo e leggermente arruffone.

Dopo consultazione del variegato menu, scegliamo giustamente di restare sul territorio e quindi antipasto "ai frati" per Patrizia composto da polentina morbida con "frico e formadi frant" (frittata con tre tipi diversi di formaggio tra cui il montasio e patate) e salame cotto nell'aceto; il tutto è risultato molto gradevole, con un particolare rilievo al salame cotto veramente ottimo.  Per me il "toc in braide" del norcino con formaggio asin e salsiccia, presentato in tegame di terracotta: gusto deciso, molto gradevole con il formaggio asin appoggiato sul letto di polentina e salsiccia a tocchettini.
Accompagniamo con un quartino di vino rosso sfuso della casa, senza lode e senza infamia.
Saltiamo i primi e scegliamo per me baccalà alla vicentina con polenta, nella norma, e polenta con frico decisamente migliore; per Patrizia baccalà mantecato, ottimo, e spadellata di carciofi.
Concludo io con mele fritte in pastella, deliziose, con zucchero a velo.
Caffè d'orzo e caffè macchiato.

Locale di tradizione, cucina senza voli pindarici, servizio cortese, un buon indirizzo a Udine per la cucina di territorio.
Costo totale 63 euro, leggermente superiore alla media.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.