Mercoledì pomeriggio in giro con un caro amico a f...

Recensione di del 17/05/2006

Le Due Colonne

40 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Mercoledì pomeriggio in giro con un caro amico a fare acquisti, decidiamo di tentare la sorte e prenotare per le 20.30 in questo ristorante di cui ultimamente ho spesso sentito parlare.
Chiamo mia sorella, rimedio il numero e telefono: alle 20 e poco più siamo già davanti alla splendida villa di Albignano che ospita i locali del ristorante, complice sicuramente anche "Amanda", come ho ribattezzato la navigatrice che cortesemente ci ha evitato di perderci in quelle stradine di campagna.

La villa vi dicevo: ne siamo rimasti incantati, varcato il cancello si ha la netta sensazione di essere entrati in un altro tempo.
Il parcheggio interno lo ammetto è piccolino, ma degna di nota la disponibilità del patron che ci è venuto incontro insistendo per spostare la sua auto e farci parcheggiare davanti l'ingresso, gesto assolutamente non dovuto ma molto apprezzato dal mio amico che tratta la macchina come fosse una bimba, grazie.

Entriamo nel piccolo ma accogliente ingresso e veniamo subito accolti dal personale in maniera cortese ma soprattutto calda. Ci invitano ad accomodarci nel gazebo, posto nel cortile sul retro della villa, attraversiamo la sala vera e propria del ristorante di cui faccio a tempo notare i tavoli grandi e ben distanziati tra loro, apparecchiati con belle tovaglie di un caldo giallo che si intona perfettamente con il legno che caratterizza la sala stessa.
Usciti in giardino mi ritrovo in un gazebo con un ventina di tavoli, legno e ferro battuto creano un ambiente intimo e piacevole, accanto ad ogni tavolo un poggiavivande che scopriremo fondamentale per la dimensione dei piatti che ordineremo.
Nel complesso il voto all’ambiente, un 8 ben meritato che si avvicina al 9 in considerazione della location, dei bagni arredati e curati come raramente ho visto, e del clima davvero piacevole che si respira appena superato il cancello della villa.

Appena seduti arriva un cameriere con i menu e l'offerta di portarci subito dell'acqua, se gradita.
Del servizio dirò solo che per tutta la sera siamo stati seguiti con estrema cortesia e professionalità e ci siamo sentiti accolti e coccolati con grande discrezione. Voto 8 mezzo.

Reduci da una brutta esperienza nel ristorante precedentemente recensito, e con ancora una gran voglia di buona carne alla brace, veniamo piacevolmente sorpresi dalle proposte del ristorante che associa alla fassona piemontese, filetto (o controfiletto?) di puledro, agnello e altro ancora, il tutto riunito in una grigliata mista che consiglio vivamente a chi come noi ha una smodata passione per la carne tenera, saporita e di qualità. Voto 9++
In accompagnamento buone le verdura grigliate e le patate arrosto.

La grigliata è stata preceduta da due antipasti scelti con non poca fatica tra le interessanti proposte in menu: culaccia con cappelle di funghi porcini sottolio per me (voto 9) e speck (di asino se ricordo bene) con verdurine in agro (voto 10) per il mio commensale, che ci siamo poi equamente divisi. Splendida l’associazione che non poteva essere diversa, ottimo il dolce del culatello con la carnosità del porcino ma ancora più azzeccata l’associazione dello speck, più asciutto, con le verdurine che ne sposavano il sapore per un risultano al palato di tutto rispetto!

La prossima volta sicuramente proveremo l’antipasto due colonne di cui ho tanto sentito parlare, e i meravigliosi primi piatti che abbiamo avuto modo di leggere in menu ma anche di veder sfilare per approdare ai tavoli vicini.

Annaffiamo il pasto con una bottiglia di acqua, una coca cola, anzi due (ebbene si. Il mio amico è tanto simpatico, affascinante, divertente, ma ha il brutto vizio di non saper rinunciare alla coca cola nemmeno di fronte ad un buon vino…) e un morellino di scansano podere 414 del 2004. Non sono una grande esperta, ma è il miglior morellino bevuto fino ad ora, tanto che essendone rimasta mezza bottiglia a fine pasto ho chiesto di poterla portare a casa, nonostante il mio amico della coca cola recalcitasse e abbia cercato in ogni modo di dissuadermi dal farlo.

La meravigliosa serata si conclude dopo due caffè, e con la bottiglia in mano usciamo contenti e soddisfatti non prima però di aver scambiato qualche battuta scherzosa con la simpatica signora alla cassa.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.