Spesso nelle nostre uscite verso Milano siamo pass...

Recensione di del 12/02/2012

Ca' Solare

45 € Prezzo
8 Cucina
4 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Spesso nelle nostre uscite verso Milano siamo passati davanti a questo ristorante che mi ha sempre incuriosita e l'occasione si è presentata questa sera visto che il nostro ristorante preferito di carne chiude la domenica sera.
Nel pomeriggio viene fatta la prenotazione via telefono per le 20:30.
Arriviamo per le 20:40 e veniamo accolti da un signore che dice di salire al piano superiore dove si trova la sala ristorante e di accomodarci sul divano.
In sala ristorante sono occupati solo tre tavoli quindi non riusciamo a capire l'attesa di ben 15 minuti stazionati nell'ingresso della sala ristorante.
Quando capiamo che il cameriere sta, solo in quel momento, preparando il nostro tavolo in una zona un po' infelice esprimiamo il desiderio di accomodarci in un tavolo già apparecchiato in fondo alla sala sul soppalco.
La nostra richiesta viene accolta con poca gentilezza. Comunque l'attesa non è finita. Piccolo particolare. A quel tavolo mancavano le posate quindi non apparecchiato neanche quello.
Passano ancora 10 minuti senza che il cameriere (a metà serata si identificherà come "supervisor" di ristoranti ed happening) si degni di avvicinarsi al nostro tavolo e noi pronti ad alzarci ed andarcene.
A questo punto, probabilmente capendo che stava veramente esagerando nell'ignorarci, si avvicina con i due menù e la carta dei vini senza, nel frattempo, aver portato le posate, il cestino del pane ed aver chiesto che tipo di acqua fosse di nostro gradimento.
Cominciamo a leggere i menù decidendo di stare su un antipasto e la carne alla griglia. Mentre il mio accompagnatore legge i vari tipi di carne da scegliere io rimango allibita. Nel mio menù mancavano dei fogli e proprio quelli dove venivano elencate le varie tipologie di carni. Sono sempre più decisa a non farne passare neanche mezza a questo "supervisor"...
Scegliamo un tagliere di selvaggina con crostini e burro aromatizzato e una triada de beef e un Nebbiolo ottimo della casa Oddero. Finalmente ci viene chiesto che tipo di acqua desideriamo ed il mio accompagnatore scandisce bene le parole "acqua frizzante" e... arriva dell'ottima acqua naturale.
Insomma capisco che la serata non sarà di quelle ottime nonostante mi sforzi di portare avanti la serata nonostante tutto.
Arriva il tagliere di selvaggina, poche fette su un letto di radicchio per far vedere che la quantità è molta, tre crostini e niente burro aromatizzato. Non lo faccio notare subito visto che il servizio è scadente e mi aspetto arrivi alla fine ed invece nulla. Allora faccio notare al "supervisor" la mancanza del burro aromatizzato ed una cosa che non mi fa nulla piacere è la giustificazione.
Arriva la carne su pietra ollare per tenerla al caldo e veniamo informati che lo chef sta preparando una "surprise" per me per farsi perdonare della mancanza del burro aromatizzato. Comincio a tremare. Sono onesta. La carne è ottima e, sorpresa delle sorprese, cotta al sangue come da nostra richiesta. La famosa "surprise" alla fine sono sei fettine di petto d'anitra con foie gras. Buono.
Richiediamo la carta dei dolci e questa volta è il mio accompagnatore ad avere il menù non completo. Assurdo. Scelgo la torta della nonna con crema pasticcera, cannella e mele. Viene portata oramai con il suo target di ritardo ma così calda che aveva perso la consistenza che deve avere una torta. La stessa viene accompagnata da un moscato passito decente; il "supervisor" decanta la cantina non sapendo che la conoscevo perfettamente, quindi non "c'è stata trippa per gatti": se vedi che una persona liquida il discorso vuol dire che non ha piacere che ti soffermi più di tanto al tavolo a parlare e quindi devi, con classe, allontanarti.
Finita la torta come al solito lui prende il caffè ed io la grappa. Non mi è mai successo che mi viene portata la bottiglia di grappa come quando viene portata in tavola la bottiglia di vino e viene fatta assaggiare. Finalmente siamo alla fine della cena e visto che, tanto per cambiare, non veniamo considerati decidiamo noi di alzarci e scendere al piano inferiore per chiedere il conto. Mi sono dimenticata all'inizio di dire che non vengono ritirati i cappotti e quindi siamo costretti ad appoggiarli sulle sedie vicine.
Alla fine il conto finale è di euro 97, scontato a 90.
Pensiamo di ritornare perchè la carne era veramente ottima; cotta alla brace su legno d'olivo ma, sicuramente, prima di prenotare ci assicureremo che il "supervisor" magari non ci sia...

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.