Recensione di del 22/04/2019

Piccola Trattoria Guastini

37 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 37 €

Recensione

Da tornarci!

E difatti dopo una prima positiva esperienza in compagnia di mia moglie, ci sono ritornato una ventina di giorni dopo in compagnia di tre amici in moto. E per tornarci ho anche cambiato il percorso originale della mia prima gita lunga stagionale su due ruote.

Quasi superfluo dire che Torrita di Siena è uno degli innumerevoli paesini affascinanti sparsi un po’ in tutta la penisola.

Da sottolineare, invece e con piacere, che esistono ancora persone, mi piacerebbe dire numerose, che fanno il loro mestiere con quel pizzico in più di “savoir faire” che fa la differenza. E a volte basta veramente poco!

Descrivo i piatti assaggiati durante la prima cena, interessante e piacevole, sottolineando che anche la seconda è stata altrettanto piacevole.

Forse anche di più, complice l’atmosfera decisamente positiva ed entusiastica legata alla prima uscita stagionale su asfalto; per di più senza prendere neanche uno dei numerosi temporali che ci hanno inseguito durante la prima giornata. Cosa felicemente ripetutasi nei due giorni successivi.

Tornando alla prima cena, siamo arrivati piuttosto tardi, almeno per i miei standard, e ci siamo accomodati ad uno dei tavoli della sala che io definirei principale; con delle belle vetrate.

Menu interessante dal quale ho ordinato: i “Crostini Toscani”; uno dei miei piatti del cuore. In questa preparazione, molto buona e anche bella da vedere, leggermente diversa dal solito. Per la presenza di una piccola quantità di mela nell’ impasto dei crostini stessi.

A seguire, in alternativa al primo piatto, il “Baccalà con capperi e cipolla di tropea”. Una preparazione coinvolgente: dal punto di vista estetico, gustativo e di soddisfazione globale. Molto buono ! Tanto è vero che l’ho ordinato nuovamente durante la seconda cena.

Dessert diviso a metà. Una bella “Sfoglia croccante con crema pasticcera e cioccolato”. Quasi quasi mi sono pentito della mia moderazione, in quanto ne avrei mangiata sicuramente un’altra metà…

Moderato anche il consumo di alcool, sempre a causa di un surplus da Vinitaly.

Un bicchiere di “Rugiada” Trequanda Bianca, dell’ omonima Cantina; fresco e piacevole. Un vino normale che è risultato buono. Così come era senza grandi pretese il rosso, Nobile di Montepulciano “Convento” Gattavecchi, preso a seguire.

Diciamo che da quando, grazie al Forum (purtroppo da molto tempo in “letargo”) de Il Mangione ho scoperto che oltre ai vini buoni esistono quelli molto più buoni (ma molto cari), provo sempre un grande piacere quando riesco a trovare quelli che, senza richiedere un mutuo per berli, mi danno comunque una buona soddisfazione. E questi due fanno parte della categoria.

E quindi anche il conto finale, 75 euro, è stato, considerando la soddisfazione globale,anch’esso gradevole con un Q/P normale.

Una gran bella cena con il surplus della camera al piano di sopra.

Il tutto confermato anche quando con i miei amici, abbiamo mangiato e bevuto qualchecosa in più.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.