Riprovo, a distanza di un anno, questa trattoria c...

Recensione di del 22/07/2011

Trattoria da Cinzia

35 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Riprovo, a distanza di un anno, questa trattoria che ha nella cucina tipica abruzzese la sua particolarità (peraltro è possibile gustare anche piatti tradizionali). Premetto che sarò un giudice un tantino severo in quanto le mie origini paterne sono appunto abruzzesi e quindi conosco abbastanza bene parecchi piatti di questa cucina.

Ho cominciato con un antipasto a base di salumi abruzzesi mentre mia moglie ha scelto quello denominato “antipasto abruzzese”. La differenza è minima ed è costituita dall’aggiunta di una bruschetta al pomodoro (molto buona) e da una generosa fetta di formaggio che non sono riuscito ad identificare, ma che comunque è stata apprezzata. Un’osservazione: il principe di tutti e due i piatti è sicuramente il prosciutto crudo (tagliato a coltello abbastanza spesso). E’ talmente buono da far impallidire tutti gli altri tipi di affettati peraltro di buona qualità (dal capocollo alla salamella di fegato).

Come primo abbiamo scelto tutti e due le “tacconelle all’abruzzese”. Sono dei maltagliati conditi con un sugo a base di pomodoro e con delle fette di salame leggermente piccante. Anche questa portata è veramente valida; la cottura è perfetta e il condimento azzeccato.

Come secondo, la scelta è stata quasi obbligata: da una parte la voglia di assaggiare gli arrosticini di carne d’agnello, dall’altra l’impossibilità di ingurgitare un secondo più impegnativo (e nel menu ce ne sono davvero tanti), cercando peraltro di tenere un piccolo spazio per il dessert.
Gli arrosticini, accompagnati da patate al forno, si sono rivelati forse il piatto meno soddisfacente. Sarà perché la pancia era quasi piena, sarà perché quelli artigianali che mangio in Abruzzo sono un’altra cosa; ne sono rimasto parzialmente deluso. Intendiamoci, non è che non fossero buoni, non erano semplicemente all’altezza di tutte le altre portate che hanno dignitosamente retto il confronto (il prosciutto crudo con lode….) con la cucina casalinga abruzzese che io conosco.

Ci siamo comunque consolati con un dolce strepitoso: lo zuccotto con il cioccolato caldo (lode anche per esso).
Ad accompagnare il tutto un ottimo vino rosato della casa (non ho chiesto, ma mi pareva Cerasuolo) servito in caraffa alla giusta temperatura.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.