Il compleanno della donna della mia vita, la diffi...

Recensione di del 29/10/2005

La Cloche

75 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 75 €

Recensione

Il compleanno della donna della mia vita, la difficoltà di trovar posto nei ristoranti preferiti dai mangioni, la poca voglia di affrontare le sorprese, di solito poco gradite, di un ristorante nuovo, mi hanno portato ancora una volta in questo ristorante della collina torinese.
Peccato che la sera ci abbia tolto lo spettacolo dei lussureggianti boschi che lo circondano, che in questo periodo assumono i meravigliosi toni dell'autunno.

Nessun problema a parcheggiare proprio davanti all'ingresso e il piacere dell'accoglienza dei propietari che, vero o no, mostrano di riconoscerti e di trattarti da amico.
I tavoli, ovali anche per le coppie, lasciano ampio spazio per una tavola imbandita con buon gusto.

Il menù è parte integrante della serata che solitamente ha un filo conduttore. E' quindi opportuno informarsi del tipo di cibo che verrà servito onde evitare per esempio di trovarsi una cena a base di funghi che non sono graditi. Naturalmente la cucina è disponibilissima a preparare piatti alternativi ma sarebbe comunque un ripiego. Noi non ci eravamo informati e quando la signora è venuta al nostro tavolo a staccarci, direttamente dalla forma, una scaglia di parmigiano da "viva l'Italia" ha dovuto informarci che, purtroppo, la stagione dei funghi è finita e quindi ci saranno solo nel risotto. Sono quindi stati costretti a sostituirli con i tartufi.

Dopo il parmigiano ci è stata servita un'insalata riccia con le noci ed una superba crespella al sugo d'anatra.

Di seguito il risotto con i funghi, ben fatto, con parecchi funghi e cotto al punto giusto, quindi gli gnocchetti di patata al formaggio con la classica grattata di tartufo.

Un secondo di carne, un filetto di maiale che direi nella norma e che non si fa ricordare di fronte agli altri piatti, quindi, una novità per noi, una mezza patata cotta al vapore e poi messa in forno con il tuorlo di un uovo su cui il nostro ospite ha aggiunto abbondante tartufo.

Si è finito con un piatto di dolci abbastanza anonimi ma comunque poco interessanti dopo una simile cena. Caffè e grappa servita in botticelle di legno portate al tavolo hanno concluso la serata.

Durante tutto ciò 3 camerieri eleganti nella loro divisa e molto efficenti, hanno provveduto a informarci sulla composizione dei piatti e a riempirci puntualmente i bicchieri con i vini più adatti a quanto stavamo mangiando; così si è passati da uno spumante come aperitivo ad un bianco con l'etichetta del ristorante che direi fosse un buon pinot anche se sull'etichetta figurava un nome proprio e non c'era traccia del vitigno. Dal risotto in poi ci hanno servito un buon grignolino direttamente dalla caraffa, seguito poi da un ottimo dolcetto d'alba.

Il conto è stato di 150 €, 75 a testa che, tenuto conto del valore del tartufo ritengo più che onesto.
Ai saluti una rosa a mia moglie ed una bottiglia di dolcetto a me serviranno a ricordate per qualche giorno la serata e la elegante cordialità di tutto lo staff

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.