Non male, ma si può fare meglio

Recensione di del 15/12/2013

La Torre

29 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Trovandoci a Tavernola per una visita alla grotta di Babbo Natale, arriva l’ora del pranzo; affamati, cerchiamo un ristorante e ci imbattiamo ne La Torre, ovviamente posto alla base della torre.
Il ristorante è composto da una piccola sala superiore dove c’è il bancone del bar e pochi tavolini da caffè, una sala “intermedia” con quattro tavoli e una sala seminterrata a volta che risulta quella più ampia, dove verremo fatti accomodare noi.
Pareti giallo tenue con inserti bordeaux, nicchie con stoviglie di servizio, qualche quadro alle pareti. Tavoli e sedie in legno scuro, tovagliato giallo damascato.
Grissini industriali di due tipi e fette di pane bianco.

Iniziamo con una selezione di salumi con coppa, salame crudo, pancetta, prosciutto crudo, serviti su un letto di trevigiana tagliata alla julienne e con uno spiedino di sottaceti. I salumi sono tutti morbidi e freschi, si nota che sono affettati al momento. Già sfruttata, ma sempre gradevole l’idea della trevigiana.
Per nostra figlia ordiniamo un piatto di pasta al pomodoro e ci viene proposto un formato di pasta più piccolo, adatto alla bambina. La pasta è cotta correttamente, abbondante, il sugo è saporito e gustoso. Il parmigiano è servito a parte.
Mio marito prosegue con un risotto gamberi e radicchio, il risotto è ben mantecato, sopra c’è un bel gamberone fresco, mentre i gamberetti piccoli sono surgelati (ma nel menù era specificato).
Io ordino una tagliata alla Torre, servita su un letto di rucola con pepe in grani, ottimo taglio di carne. Non mi è stato chiesto il grado di cottura ed è stata servita al sangue, ma a me va bene così. La porzione è abbondante e molto gustosa.
Ordino anche una porzione di verdure grigliate: melanzane, zucchine e una falda di peperone. Anche in questo caso la porzione è generosa. Spolverate di prezzemolo, ma servite fredde. Molto bella la presentazione con le zucchine arrotolate a mo' di ricciolo.
Come dessert torta della nonna per entrambi, frolla ripiena di crema pasticcera ricoperta di pinoli e zucchero a velo. Buona e ben fatta, ma porzione troppo piccola.
Da bere una bottiglia d’acqua naturale.

Il servizio è cortese, curato dal titolare e da una collaboratrice efficiente, ma verso la fine del pranzo, a locale pieno, diventerà un po’ lento.
Al termine del pranzo ci viene gentilmente offerto un limoncello.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.