Secondo noi rimane sempre un punto di riferimento ...

Recensione di del 12/07/2007

Da Giovanni

39 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 39 €

Recensione

Secondo noi rimane sempre un punto di riferimento per la zuppa di pesce, il locale comunque sembra trascinarsi stancamente da una stagione all'altra. Andiamo per cena dopo aver prenotato zuppa per due persone. La signora al telefono è sempre gentilissima; il locale, situato a Taormina lungo la statale 114, con non poche difficoltà di parcheggio durante la stagione estiva, presenta una veranda che si affaccia sul piccolo golfo dell'Isola Bella. Posizione invidiabile e fresca.

Il locale è stato ritinteggiato, probabilmente ad inizio stagione, sempre con i colori bianco e azzurro che aumentano la sensazione di freschezza; tutto il resto è rimasto quello di sempre tranne il numero di tavoli che malauguratamente Giovanni ha provveduto ad aumentare, rendendo più angusto lo spazio tra un tavolo e l'altro. Dobbiamo rinunciare alla posizione fronte mare predisposta dalla signora, organizzandoci con una visuale di tre quarti verso il golfo, perché la signora del tavolo vicino tiene una seduta "allargata" che arriva quasi fino al nostro tavolo, rendendo poco agibile la posizione fronte mare.

Il menu di questo locale è di quelli della tradizione: piatti siciliani e garanzia di pesce fresco. Non aspettatevi sorprese al di fuori di quanto concesso dal menu, lista dei vini ridotta ad una decina, con un ricarico che ci pare non eccessivo. Altre volte abbiamo provato quanto proposto dal menu, senza trovare alcunché di esaltante che ci lasciasse impressionati in un modo o nell'altro: è una cucina normale, ad eccezione della zuppa di pesce, non facile da trovare, fatta molto bene anche se in maniera un poco casalinga, che comunque lascia soddisfatti per l'insieme di sapori che vanno dal pomodoro, ai capperi, all'aglio e, naturalmente, al pesce sempre diverso ma sempre fresco. La composizione è infatti funzionale al pescato disponibile, comunque sempre fatta con pesce da zuppa ma senza seguire regole rigide di tipi e proporzioni di pesce.

E infatti, alla fine della serata, usciamo soddisfatti per la nostra zuppa ma anche un poco delusi per la piega stanca che il locale sta prendendo, nessun tentativo di rinnovarsi o inventare qualcosa, anzi ci sembra oramai irreversibile la china verso la massimizzazione economica, come l'incremento dei tavoli a discapito dell'agibilità.

Il servizio è ancora familiare con l'ausilio di una cameriera che dà chiaramente a vedere di voler essere da altre parti affaccendata, ne è un esempio la bottiglia di vino portata al tavolo già aperta e praticamente buttata sul tavolo insieme al cestello del ghiaccio; la giovane figlia di Giovanni aiuta ai tavoli ma la pochissima esperienza, unita alla voglia di protagonismo da "figlia del padrone" la porta a girare tra i tavoli dove già qualcun altro era passato e ridomandare quanto chiesto da chi l'aveva preceduta. Sicuramente piccole cose ma che nel complesso non fanno bene a un posto che si era costruito un certo nome nella zona e che non fa dell'innovazione in cucina il suo punto di forza.


Il conto finale è di 78 Euro in due, che include zuppa di pesce per 2 persone, 1 bottiglia di vino Maria Costanza, 1 bottiglia d'acqua, 2 sorbetti e 2 caffè. Non eccessivo per un ristorante a Taormina.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.