Avendo letto che la gestione di questo locale si è...

Recensione di del 01/09/2010

Al Cambio

42 € Prezzo
4 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

Avendo letto che la gestione di questo locale si è dimezzata (la cuoca ha lasciato) e ora si occupa della cucina "l'eccentrico" socio, prima in sala, che ha dato una connotazione meno ambiziosa al ristorante con piatti più semplici e prezzi più bassi, trovandoci da quelle parti all'ora di cena e non avendone un cattivo ricordo, decidiamo di provarlo. Ora all'esterno vi è una lavagna con i piatti del giorno e relativi prezzi, vi sono anche le mezze razioni, ed al vecchio nome è stato aggiunto "Tana del porco". Dentro è tutto uguale, ma forse condizionato dal nuovo nome e da un tavolo con bambini urlanti, l'ambiente mi sembra meno accogliente di prima.
Tovagliolini di carta, ma bei bicchieri, anche perchè la carta dei vini è ridotta nel numero delle bottiglie ma non nella qualità, pane bianco e piccoli grissini nel cestino. Iniziamo.
L'antipasto scelto dalla mia compagna è composto da due grandi cipolle al forno(9 euro) il cui interno è stato tolto, mescolato con zucchine e rimesso dentro: lei gradisce, io assaggio e penso che sia tanto lavoro sprecato, non mi piace. Per me, funghi porcini e cicale (14 euro), presentati in un grande bicchiere a coppa, ma delle cicale non sento alcun sapore e i funghi non vanno bene: è stata usata una cappella di un fungo troppo grande, carica di umidità che rilascia in cottura divenendo un'insieme appiccicoso e senza consistenza ed anche il sapore non era piacevole.
Purtroppo, come primo, avevamo ordinato delle tagliatelle con i funghi (15 euro), che erano condite con gli stessi funghi, ed anche alla mia compagna non sono piaciuti per niente: peccato, perchè le grandi tagliatelle, fatte in casa, erano buone e tante.
Mi dico: ho sbagliato a scegliere i funghi, non ho più fame ma mi voglio togliere questo gusto dalla bocca e chiedo una mezza razione di "vitello tonnato al contrario" cioè fettine di tonno con sopra salsa a base di carne (9 euro), ma il tonno tagliato sottile era troppo cotto e quindi asciutto ed insapore. L'insalatina a julienne su cui era appoggiato il tonno è stata la cosa da me più gradita di questa cena dopo il vino, De Vite, Hofstatter( 18 euro) che con acqua e caffè ha portato ad un conto di 84 euro.
Il servizio è gentile, il costo non alto: non consiglio di andarci ma magari sono stato solo sfortunato.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.