A Siena ci sono molti ristoranti dove si mangia be...

Recensione di del 16/05/2011

Montalbuccio

35 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

A Siena ci sono molti ristoranti dove si mangia bene ma poi se ci si pensa, si va sempre in città mentre all'esterno si cercano gli agriturismi. Quello che voglio segnalare è un ristorante appena fuori Siena su una collina da provare assolutamente.
Il ristorante è sulla strada di Montalbuccio ma ha un ottimo parcheggio interno. Entrando si respira subito una aria di casa, ambiente rustico ma con una attenzione sui particolari. La sig.ra Ilaria mi accoglie con un sorriso come se mi avesse sempre ospitato nel suo ristorante. Insomma, un ristorante dove ci si sente subito a proprio agio.
Percorrendo un lungo corridoio si arriva in una stanza, forse un po’ spartana, ma mi viene detto che stanno facendo dei lavori per cui sia la finestra che la porta che danno sul giardino esterno sono chiuse.
All’interno per essere un lunedì, ci sono alle 20 già il 50% dei tavoli occupati, segno che il ristorante è conosciuto.
Mi viene portata una menu ed una lista dei piatti del giorno. Voglio provare quest’ultima fermo nella convinzione che il menu giornaliero è quello che garantisce freschezza.
Come antipasti sono presenti quelli tipici della cucina toscana quindi crostini, bruschette al cavolo nero, tortini di zucchine, ecc. ma io ho preferito prendere il salame finocchiona tipico della tavola toscana.
Certo ho visto preparare dei piatti con misti di salumi, pancetta, lardo, ecc. che lasciavano una scia di profumi ma ho preferito testare anche altri piatti.
Per esempio un ottimo primo di pici al ragù di anatra, un piatto ben curato e ricco di sapori oltreché veramente abbondante che ho dovuto mio malgrado lasciare a metà.
Di secondo ho provato una tagliata di vitellone agli asparagi e pinoli che veniva servito come se fosse un tortino di carne con sopra una corona di teste di asparagi e pinoli di riempimento. Una spolverata di pepe sui bordi del piatto decorativa.
Mi sono fatto servire in accompagnamento un contorno di patate al forno. Il tutto innaffiato con due bicchieri di vino, per rimanere sotto i limiti del contenuto di alcol suggerito per la guida automobilistica.
Infine un caffè.
Certamente il menu di piatti è ricco. Dai ravioli, al tortino al tartufo, dalle tagliatelle di lepre a quelle di cinghiale e così via come vuole la cucina toscana. Fiorentina e costate, per chi volesse “stramangiare”.
Da segnalare che è anche un ristorante di pesce con un ampio menu, dagli spaghetti alle vongole veraci, a tutti i tipi di conchiglie, polpi, moscardini fino alle spigole ed orate. Sicuramente un particolarità per un territorio in cui la carne è il piatto di riferimento.
Infine un menu di pizze con alcune “ disegnate” dall’ottimo cuoco.
Insomma da provare. Il mio conto era di 42 euro ma la gentilissima Ilaria mi ha fatto lo sconto ed ho pagato 35 euro. Senza chiedermi niente.
Da provare, veramente.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.