Se proprio gli si vuole trovare un difetto occorre...

Recensione di del 01/02/2008

Marconi

120 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 120 €

Recensione

Se proprio gli si vuole trovare un difetto occorre segnalare che nonostante gli infissi di qualità in sala si avverte il rumore della statale Porrettana lungo la quale è situato il ristorante. Per il resto solo note positive. Cominciamo dall'insegna del ristorante molto ben visibile così da consentire di preparare la svolta in sicurezza e dal parcheggio, doppio, che consente l'approccio con comodità.
All'interno due sale, molto ben arredate e con tavoli ben distanziati. Apparecchiatura di qualità. Servizio molto professionale: discreto ma puntuale.
Altro limite, se proprio si vuole, è la rigidità nel proporre i menu degustazione.

Siamo in quattro, saremmo tentati tra i "capricci della cucina" e "l'orto" ma pesanti annotazioni in grassetto in calce ad ogni menu sconsigliano di provare anche solo a chiedere deroghe.
Allora visto che i capricci della cucina minacciano di tenerci a tavola oltre il lecito optiamo per il degustazione "orto" che annuncia solo cinque portate.

Cominciamo quindi con filettini di triglia su foglie di trevigiano al vapore, cerfoglio e olio d'oliva: molto delicati e appetitosi.

Passiamo poi ai finti ravioli di rapa rossa e ricotta al balsamico: strepitosi.

Proseguiamo con un delicatissimo risotto alla zucca e cappero che sposa stupendamente due sapori assolutamente contrastanti; è quindi la volta di un uovo in camicia anch'esso con verdutine miste, forse l'unico piatto un po' al di sotto della media, e chiudiamo con una selezione di formaggi assolutamente interessanti.

Tutti i piatti serviti in "stoviglie" di grande qualità e fantasia come si conviene ad uno "stellato" Michelin. Dalla cantina tre bottiglie di Anna Maria Clementi cuvée 1996 superbe come sempre a ricarichi onestissimi.

Anche il prezzo del menu degustazione, 50 €, assolutamente corretto in rapporto alla qualità del cibo e del servizio.
Ripensando alla serata adesso mentre scrivo forse quell'uovo in camicia è stato probabilmente il piatto che ci ha lasciato più perplessi. Non per la qualità della preparazione, assolutamente sopraffina, quanto per l'incapacità di dare completezza al menu.
In ogni caso da riprovare perchè curiosando nel menu un carrè d'agnello e alcune proposte di pesce ci avevano proprio attratto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.