Dopo un lungo digiuno, di penna ma non di gola, to...

Recensione di del 26/11/2009

Il Conte di Carmagnola

60 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 60 €

Recensione

Dopo un lungo digiuno, di penna ma non di gola, torno a condividere un'esperienza su questo splendido e meritatamente cliccatissimo sito.
E non a caso riparto da dove avevo finito, ovvero dalla strepitosa cucina dei Caironi. Durante gli anni abbiamo seguito ed apprezzato la crescita della nomea del locale, dovuta un po' proprio anche a ilmangione.it, che si è però limitato a veicolare verso una folta schiera di appassionati la straordinaria continuità di impegno dello Chef Augusto e l'evoluzione professionale del figlio Marco, la quale impronta è sempre più evidente ed incisiva nell'offerta del Ristorante.
Con il menu in mano, imbarazzati dall'abbondanza di interesse sui vari piatti stabiliamo ancora una volta, insieme allo chef patron, un ricco percorso che costituisca un panorama sulla stagione e sul lavoro quotidiano che caratterizzano tutte le preparazioni.

Antipasti.
Spiedino di gamberi e piovra, crema di ceci aromatizzata al rosmarino e cous cous al bacon.
Noci di capesante arrostite, aromatizzate con timo, arancio e olive, passatina di zucca e borlotti.
Lingua cotta a bassa temperatura, bagnetto piemontese, gelatina alla bonarda e verdure al vapore.

Primi.
Gnocchi di patate spadellati con calamari e vongole su ristretto di crostacei.
Pici mantecati con zucchine, carciofi, guanciale e ricotta affumicata.

Secondo.
Trancio di baccalà cotto al vapore, polenta di Storo morbida mantecata con cozze, olive di Gaeta, capperi e concassè di pomodoro.

Inutile scendere nel dettaglio, un crescendo di sapore ed emozione nel quale i doni dell'orto autunnale sono affidati ad abili mani che sanno creare un perfetto connubio con le risorse ittiche e di terra.
Pienamente soddisfatti conserviamo un piccolo spazio giusto per farci coccolare da alcune tentazioni di Marco, ovvero:
Mousse cremosa di castagne, tortina tenera di cioccolato fondente e salsa al rhum.
Bignè caldo farcito di crema al mandarancio, salsa al cioccolato, sorbetto agli agrumi.

Non abbiamo dubbi, anche in relazione a molte esperienze sul campo, tra le quali purtroppo anche tante delusioni: la cucina del Conte di Carmagnola è da stella Michelin. Non mi sento in grado di valutare altri parametri quali cantina o servizio, per non parlare di risvolti pseudo-politici che potrebbero stare alla base della rossa onorificenza ma, di questo siamo certi, qui si mangia di gran lunga meglio che in diversi locali stellati che abbiamo visitato. E allora continuate a deliziarci il palato, signori Caironi, noi possiamo solamente dirvi grazie e grazie ancora.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.