Durante la nostra piacevolissima vacanza a San Vin...

Recensione di del 09/08/2009

Serendipity

50 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 50 €

Recensione

Durante la nostra piacevolissima vacanza a San Vincenzo abbiamo avuto la fortuna di scoprire questo delizioso ristorante in cui siamo tornati a cena anche un'altra sera. La location è straordinaria: una "palafitta" direttamente sul mare, arredata con grande gusto. Legno bianco per la struttura interna (pareti e soffitto), tappeti molto eleganti sul pavimento sempre in legno e pochi tavoli ben apparecchiati: tovagliato candido, piatti e sottopiatti di buona fattura sempre bianchi, bicchieri, tovaglioli e tendaggi alle pareti nelle sfumature dell'arancio.
Vi consiglio di prenotare sempre per mangiare nella sala principale da cui si puo godere il meraviglioso spettacolo del tramonto sul mare ed il sottofondo dell'infrangersi delle onde.
Altri tre-quattro tavoli sono invece posti nel dehors all'entrata del ristorante, che affaccia su una stradina interna e sulla spiaggia.
Quello che mi è piaciuto di più di questo ristorante è la gestione familiare: mamma Angela Califano chef in cucina, aiutata dalla sua mamma,la signora Giulia, e dalla figlia più piccola, Emma.
In sala in marito della sig.ra Califano, Riccardo, coadiuvato dalla dolcissima figlia Elena e dal ragazzo di quest'ultima.

Una prima nota veramente positiva la voglio spednere sul servizio: gentilissimo, celere e sempre "proattivo", nel senso che finalmente abbiamo avuto modo di chiedere tutte le spiegazioni possibili sui vari piatti e siamo stati consigliati in modo attento da Elena e dal suo ragazzo.
Una nota positiva anche per l'ambiente: abbiamo trascorso una serata davvero rilassante, la musica di Michael Bublè in sottofondo (volume basso, per fortuna) era piacevolissima, così come il tavolo, con poltroncine davvero comode ed un divanetto accanto per poter appoggiare la borsa od il golf.
Passando alla cucina, abbiamo notato soprattutto una cura estrema nella scelta delle materie prime,freschissime, e poi una grande attenzione nella presentazione dei piatti ed una mano "leggera" nei condimenti di questi stessi.

Prima cena, quella del 9 agosto.
Da bere ordiniamo acqua minerale frizzante e due calici di bianco Poggio agli Scalzi Campo à Cipressi'07.
Ci viene portata subito una "pappa al pomodoro con cozze gratinate", piccolo omaggio di benvenuto dello chef con del prosecco di valdobbiadene.
La pappa è buonissima,la cozza gratinata posta sopra è davvero fresca: voto 8.
Ordiniamo: "fiori di zucca ripieni con ricotta e gamberi rosa" per me, "le alici" per mio marito. "Le alici" è un piccolo trittico composto da tortino di alici con pane all'arancia,filetti di alici con crema di cipolle e alici in carpione su crosta di pane nero. Mio marito adora le alici,il trittico lo assaggio anche io e concordo con lui: squisito,soprattutto il tortino.
Spettacolari i miei fiori di zucca:il fiore è appena scottato al vapore e farcito di una delicata crema alla ricotta e gamberetti (sempre semplicemente lessati)aromatizzata dalla scorza di limone. Piatto freschissimo e profumato.

Scegliamo poi due primi: "Spaghetti di Gragnano al nero di seppia con cozze, patate e pecorino di Pienza" per me, "tortelli freschi con ripieno di pescatrice e scorzette d'arancia" per mio marito. Entrambi i primi risultano ottimi: l'intingolo di cozze, patate e pecorino è perfetto, il ripieno dei tortelli freschissimo e, anche in questo caso, profumatissimo.

Siamo sazi,ma non possiamo non farci tentare da Elena con un dolce: ce ne elenca di particolarissimi, e scegliamo un "aspic al vinsanto con frutti di bosco" ed una "torta caprese mignon con gelato alla vaniglia" per mio marito.
L'aspic era meraviglioso,la consistenza perfetta,il vinsanto si sentiva bene,ma senza coprire il sapore dei frutti di bosco. Davvero buona anche la caprese mignon,un dolce che svela le origini campane della chef, realizzato a regola d'arte.
Il ragazzo di Elena ci offre un bicchierino di moscato della casa con i dolci,davvero buono.

Nella seconda cena, abbiamo ordinato da bere sempre acqua minerale frizzante ed un calice a testa del bianco preso precedentemente, che avevamo apprezzato.
Non abbiamo potuto non ordinare nuovamente i fiori di zucca ripieni con ricotta e gamberi: fantastici!
Di primo, optiamo entrambi per degli "spaghettoni di Gragnano vongole, zucchine e pomodorini", porzione abbondante, vongole freschissime e, soprattutto, le zucchine a julienne ed i pomodorini erano appena scottati, conferendo al piatto una leggerezza incredibile, esaltata da un filo di olio extravergine d'oliva di loro produzione versato "a filo" sulla pasta.

Di secondo, "frittura di calamari,gamberi e verdurine" per me e "filetto di tonno alle erbe aromatiche" per mio marito.
La frittura è perfetta, per impanare i podotti è usata la farina di riso ed il piatto è croccantissimo e non unto: fino ad ora non ho mai mangiato una frittura così buona. Il filetto di tonno di mio marito è, però, se possibile, ancora più buono: materia prima fresca, leggermente grigliato ed arricchito da un trito di erbe dal profumo meraviglioso!

Terminiamo con un superbo "semifreddo alla liquirizia" per me ed una "mousse di cioccolata e caffè" dalla consistenza ottimale per mio marito, accompagnate da un bicchierino di Recioto sempre gentilmente offerto dalla casa.
Un locale davvero notevole, dove torneremo sicuramente il prossimo anno (abbiamo infatti deciso di ripetere la settimana di mare a San Vincenzo) e che vi consiglio davvero dal profondo del cuore se volete trascorrere una serata perfetta che coinvolga tutti i sensi!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.