Dopo averne sentito parlare molto bene e leggendo ...

Recensione di del 24/12/2010

La Cruna del Lago

42 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

Dopo averne sentito parlare molto bene e leggendo recensioni più che positive decido con mia moglie di provare questo ristorante. Prenoto per il 24 a cena.
Arriviamo verso le 20:00, ci accoglie Consuelo che gentilmente ci fa accomodare lasciandoci la possibilità di scegliere il tavolo, il locale è diviso in più “salette” su due livelli rendendo il locale particolare e in “movimento”.
Ci vengono portati i menu e la lista vini, è presente un menu degustazione ma siccome ci piace scegliere prenderemo la carta.
Per iniziare ci vengono offerti un aperitivo e un stuzzichino.

Come antipasti optiamo per “l’insalatina di agrumi, frutto del cappero con pesce spada e cipolle in agrodolce” e “la crema bruciata gratinata allo Stavecchio del Piave con carciofi” (versione salata della crème brûlée) tutti e due i piatti a dir poco perfetti, gli agrumi che si sposano bene con il pesce spada leggermente impanato con erbe aromatiche e le cipolle di Tropea in agrodolce spettacolari, la crema bruciata un'idea positiva e particolare.

Non essendo amante dei primi mi faccio tentare da “il filetto di rombo laccato al miele di erba medica, vaniglia e polvere d’arachidi”, mia moglie si lascia consigliare da Consuelo e prende “gli gnocchi al nero di seppia con salsa allo zafferano, broccoli e gallinella di mare”. Il rombo mi ha proprio stupito, il dolce del miele e il profumo della stecca di vaniglia si sposano molto bene con il rombo e le arachidi che danno quel tocco di salato eccezionale!
Molto buoni anche gli gnocchi neri che con il giallo dello zafferano, il verde dei broccoli e il bianco e rosso della gallinella che oltre ad appagare il palato appagano la vista!
Come vino scegliamo la Malvasia Istriana “Saccoline” della Azienda Villanova: anche il vino è stata un'ottima scelta che ci accompagnerà per tutta la fantastica cena.

Facciamo un pausa e intanto scegliamo il dolce per me “il semifreddo al chinotto di Savona” e per la mia metà “la crostatina al cacao con confettura di prugne Regina Claudia e gelato alla menta naturale”.
Chiaccherando con Consuelo scopriamo che è qua che Maurizio dà il meglio di sé ed effettivamente non possiamo che darle ragione. Passiamo al caffè che ci viene servito con la loro piccola pasticceria composta da bucce d’arancia candite, cantucci con cioccolato e cannella, margheritine di Stresa, piccoli tartufi al cioccolato: naturalmente tutto di loro produzione.
Il conto € 83,50.
Conclusioni finali: piatti molto buoni e presentati bene, dolci con materie prime che non trovi in tutti i ristorante e una nota di merito va al pane aromatizzato allo zafferano, cipolle e olive (mi sono fermato a tre panini ma è come le ciliegie uno tira l’altro).
L’unica pecca che faccio ma non a Maurizio e Consuelo ma alle “guide”: come mai un locale così dove si sta veramente bene, pulito e dove tutto è armonico dalle posate, ai piatti e alle tazzine non sia recensito e segnato sulle più note guide gastronomiche.
P.S. io inizio a segnalarlo!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.