Giunti a San Gimignano nella serata di giovedì 2 n...

Recensione di del 02/11/2006

La Mangiatoia

42 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

Giunti a San Gimignano nella serata di giovedì 2 novembre, complice la bassa stagione, senza aver prenotato troviamo posto per due alla Mangiatoia.
Il ristorante è situato lungo una delle vie che dalla cinta muraria si dirigono verso il centro della città medievale. Si posteggia l'auto all'esterno delle mura e lo si raggiunge comodamente a piedi.

Il locale conserva al suo interno ancora alcuni tratti architettonici originari: il soffitto a cassettoni e archi con mattoni a vista. Le luci sono basse, ma i tendaggi a tinte calde e i vetri colorati delle porte interne rendono più luminoso l'ambiente e creano atmosfera.
L'accoglienza è cordiale, ancorché leggermente formale.

I tavoli piccoli e quadrati sono di legno, posizionati tutti piuttosto vicini tra di loro.
La mise en place è semplice e curata: sottotovaglia color crema e tovaglia bianca su cui si intravedono dei motivi a grappolo d'uva, piatti di ceramica bianca, bicchieri di terracotta per l'acqua e di vetro per il vino. In un cestino il pane toscano senza sale.

Il menu è tutto basato su piatti della cucina tradizionale toscana, con una discreta varietà.
La carta dei vini è abbastanza fornita, e la nostra scelta cade su una Vernaccia di San Gimignano, Selvabianca Il Colombaio di Santa Chiara, 2005.
Acqua e vino ci vengono aperti al tavolo.

I primi.
- la Ribollita, servita in un contenitore di coccio: molto calda e molto ricca. E' la stagione giusta per mangiarla nella sua ricetta tradizionale con il cavolo nero.
- Pappardelle al sugo di cinghiale, pasta fatta a mano condita da un sugo denso e saporito.
Porzioni più che soddisfacenti, entrambi voto 8.

Per secondo optiamo per una bistecca alla fiorentina da 900 gr per due. Carne molto tenera, gustosa, cottura come richiesto: voto 8.

L'abbiamo accompagnata con due contorni molto gradevoli: i fagioli all'uccelletto (cannellini cotti nell'olio, aglio, pomodoro e salvia) e le cipolline alla Vernaccia.

Più che sazi e soddisfatti non abbiamo preso il dolce.

Un ininterrotto sottofondo di musica classica e arpa ci ha accompagnato per tutta la cena. Il mio compagno ha trovato che il volume fosse un po' troppo alto, per me invece andava bene perché copriva un po' le voci degli altri commensali, garantendo così la privacy che la dimensione della sala non potrebbe altrimenti assicurare.

Il conto.
Due coperti (5), due primi (18,50), una fiorentina da 900 gr (36), due contorni (9), un litro di acqua San Pellegrino (2,50), una bottiglia di vino (11), un caffè (2): totale 84 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.