Siamo a Sabbioneta dove raggiungo mia moglie, fuor...

Recensione di del 16/06/2012

Osteria la Dispensa

30 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Siamo a Sabbioneta dove raggiungo mia moglie, fuori sede per un corso, decido di prenotare in questo ristorante dopo che lei c'è stata l'anno scorso e le era piaciuto molto.
L'ambiente esterno è molto carino, tavoli molto semplici con arredo da giardino nella piazzetta centrale, ma posizionati sulla fiancata lungo le colonne antiche che fortunatamente non hanno risentito del terremoto recente (sebbene la signora che ci seguirà per tutta la serata ci dica che siamo in zona eletta come sismica e questo non influisce positivamente sul lavoro).
Menù di cucina tipica mantovana, 4-5 scelte per antipasti, primi, secondi e dolci.
Io scelgo il luccio alla mantovana, presentato ottimamente su un disco di polenta morbida, tiepido: molto saporito, ma non salato (come mi era capitato di mangiare altrove); mia moglie prende per antipasto la selezione di formaggi con marmellatine (mele, pomodori verdi e una terza non meglio definita, simile alla piemontese cugnà per gusto) da cui una decina di formaggi in assaggio. Difficile valutare le tipicità locali perché non viene fattio alcun accenno, ma forse non importa.
Primi: ravioli di zucca per entrambi (siamo qui per quelli), pasta ottima e fine, fatta in casa e si vede, ripieno cremoso dove si distinguono bene i sapori degli ingredienti, conditi con semplice burro, salvia e parmigiano, ottimi! E porzione decisamente abbondante.
Saltiamo i secondi (diverse tipologie di carne, tra cui una sella di coniglio interessante e l'immancabile luccio) e per dessert io rimango fedele alla zona e vado di sbrisolona con zabaione mentre mia moglie prende una torta di pesche ancora tiepida dal forno, con gelato alla vaniglia. Ottime entrambe, una menzione per lo zabaione, quello vero fatto a mano di un giallo intenso e di sapore deciso, wow!
Accompagnamo la cena con un lambrusco rosè mantovano, che hanno anche sfuso e si mostra piacevole compagno dei nostri piatti. Nella lista dei vini, scritta a mano in stile "elementare", non moltissime etichette e per lo più locali.
Il cane del paese, Diana, ci gironzola intorno durante la serata, ed è una compagnia piacevole per due amanti dei cani come noi. L'ambiente, carinissimo l'esterno, fa davvero pensare a un balzo negli anni 50-60 e con i paesini di guareschi a due passi sembra un film già visto, ci torneremo alla prima occasione, magari per lo stracotto con polenta, rigorosamente per altre stagioni.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.