Cucina Tradizionale con specialità

Recensione di del 18/10/2014

Antica Trattoria Braghieri

27 € Prezzo
9 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 27 €

Recensione

Cena tradizionale in una delle poche storiche trattorie piacentine.

Io in questo posto sono stata fin da piccola molte volte e del menù di allora non mi ricordo un granché ma della cena di stasera voglio raccontare.

L'esperienza è quella di entrare in un locale storico, ben tenuto e curato, ingresso vecchio stile con bancone del bar sulla destra e qualche tavolino da bar, frigo di bottiglie di vino e bevande, tavolino che funge da cassa. Alle spalle una saletta più raccolta che stasera è chiusa e un lungo salone dove si trovano altri commensali.

Non hanno voluto investire in stravolgimenti di ammodernamento ma hanno mantenuto il clima della trattoria. Al servizio tutte donne, tutto è ordinato e ben curato. La cameriera gentilmente ci elenca a memoria i piatti del giorno.

Saltiamo gli antipasti anche se dalla faccia dei piatti serviti al tavolo a noi vicino forse un pochino ce ne pentiamo.

Subito ci servono acqua e un Gutturnio Fermo Perini e Perini, vino un pò vuoto di consistenza e sapore.

Passiamo ai primi: un piatto di tortelli di zucca, uno di pisarei e fasò e per noi donne due specialità della casa, la Spugnolata.

I tortelloni hanno un ripieno saporito di zucca serviti con una leggera cremina di panna e formaggio grattuggiato; i pisarei hanno la classica faccia piacentina ovvero non affogati nel pomodoro ma dove da padrone la fa il fagiolo. Ottimi piatti ma la Spugnolata è divina. E' una lasagna di mille strati di crepe sottilissime e delicatissime, che formano una morbida lasagna con besciamella densa e delicata e mozzarella filante. Conditi sopra con un sughetto di porcini di ottima fattura.

Ne mangerei un altro piatto e detto da una carnivora vuol dire tanto.

Il vino questa volta non convince e non la fa da padrone.

Proseguiamo con i secondi: una Faraona all'albicocca cotta al forno e servita con una purea di albicocche che però si sente appena. Ottima comunque la cottura della carne.

Un pò durino invece il Cinghiale con patate al forno. Si sente la nota selvatica della carne ma manca di spezie tipiche che accompagnano la cottura di questa selvaggina, che forse necessitava ancora di un pò di paziente cottura a fuoco lento. Però gusto nel complesso meritevole.

Ottima l'asinina, a mio parere forse solo un pò salata ma il sughetto di cottura è ottimo, un brasato molto succolento. Accompagno con carciofi al forno gratinati. Buoni.

La pancia è piena ma il dolce ci sta sempre.

Crema di ricotta con frutti di bosco, delicata.

Semifreddo della casa composto da uno strato di semifreddo alla mandorla più consistente e due strati di crema sopra, una alla vaniglia e sopra al caffè.

Molto buono ma non ai livelli del cremosissimo Tiramisù. Tutti i dolci sono fatti in casa.

Caffè e conto. 27euro a testa: 7 euro i primi, 8 euro i secondi, 5 euro i dolci.

Siamo stati proprio bene, in un contesto tradizionale e senza fronzoli, ma con ottima cucina e tantissime scelte.

Consigliati: Spugnolata, Asinina, ci dicono anche Coppa al barolo e Tiramisù.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.