Ci sono posti che ti entrano subito nel cuore, anc...

Recensione di del 13/07/2012

A Casa di Babette

68 € Prezzo
7 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 68 €

Recensione

Ci sono posti che ti entrano subito nel cuore, anche se non ne sai il perchè. A me è accaduto durante una cena a casa di Babette, locanda-champagnerie di Rosignano Monferrato.
Io non so se il riferimento al personaggio della Blixen sia dovuto alla presenza di champagne nel suo famoso pranzo, o al fatto che la talentuosa cuoca sedusse ed inebriò tutti i suoi ospiti, ma è un fatto che la locanda mi abbia sedotto con le sue bollicine francesi.
Il locale si trova ai piedi della collina su cui è abbarbicato il centro abitato di Rosignano, di fronte all'omonima cantina sociale, ma non è semplicissimo da trovare, se, come abbiamo fatto la mia compagna ed io, si imposta il navigatore e ci si lascia guidare ad occhi chiusi in mezzo a strade e stradine tortuose del Monferrato. Molto meglio seguire le precise indicazioni che vengono fornite dal sito. Ancor meglio sarebbe se i gestori investissero in qualche cartello stradale in più da piazzare in qualche incrocio strategico.
Prenotiamo per le 21, su consiglio di una nostra conoscenza, ed arriviamo puntuali di fronte all'ingresso: suoniamo il campanello, come se fossimo in visita da un amico, ed il gestore viene ad aprirci. Il gestore si dimostra subito molto loquace, affabile e cortese, caratteristiche che ci sono molto gradite. Ci guida attraverso quello che sembra un vero e proprio soggiorno, scorgiamo una saletta, ed entriamo nella sala da pranzo principale. E' un trionfo di bianco, con parquet, mobili decappati e tovaglie preziose monocolore. Unica concessione è il verde degli infissi e della poltrona di fronte al caminetto. Ma le immagini parlano più di mille parole: un'occhiata al sito è molto più attendibile di qualsiasi mia descrizione. Da parte mia posso solo aggiungere che apprezzo molto l'impostazione del locale (che io definirei "country-chic").

Ci vengono porte le carte e nel frattempo veniamo introdotti alla filosofia del locale: rendere disponibile ed alla portata di tutte le tasche una selezione di champagne (i cosiddetti Recoltant-Manipulant) prodotti da medio-piccoli vigneron, scoperti grazie al certosino lavoro dei gestori, che sono anche importatori. Un scelta coraggiosa in un territorio dove i classici Barbera, Grignolino e Dolcetto la fanno da padroni. La Casa di Babette è quindi anche boutique: è possibile acquistare vini interessanti a prezzi davvero vantaggiosi, perchè vengono eliminati i passaggi intermedi, che spesso o quasi sempre contribuiscono a far lievitare i prezzi. La carta dei vini è quindi imperniata sulle bollicine francesi con prezzi che vanno dai 20 fino ai 50 euro per la maggior parte delle etichette. Una parte della carta è invece dedicata al territorio: di questa sezione poco o nulla posso dire perchè scegliamo d'ignorarla deliberatamente.

In attesa delle nostre comande ci vengono portati acqua, pane, grissini ed una delicata salsa al gorgonzola, mascarpone e champagne cui attingere.
Veniamo alla nostra cena: varie sono le proposte, ma il menù è impostato per esaltare le bollicine francesi.
Lei sceglie per antipasto una battuta al coltello di fassone piemontese (buona) con una salsina al tuorlo d'uovo e acciughe a parte.
Io opto il vitello tonnato della tradizione: il gestore, sempre prodigo di consigli e dettagli per rendere più piacevole la nostra esperienza, mi informa che quel "della tradizione" sta a significare che non è stata utilizzata maionese per creare la salsa tonnata, secondo, appunto, gli usi più antichi.
Io continuo con un primo (che la mia compagna salta a piè pari): un risotto al cipollotto e dadolata di tonno crudo. E' una portata che un po' mi delude: perfetta la cottura del riso, ma la tendenza dolce del cipollotto a mio avviso mal si amalgama con il tonno crudo.
Lei continua invece con delle appetitose costine di agnello a scottadito, che vengono servite contemporaneamente al mio risotto.
Io penso di terminare con i gamberoni alla salsa al wasabi, che si rivelerà ottima, ma non ancora sazio, aggiungo poi sul filo di lana una selezione di formaggi come dessert. La mia compagna si fa tentare dalle pesche al cioccolato e amaretto.

Ad innaffiare questa lunga sequela di piatti scegliamo dapprima un ottimo champagne millesimato 2004 (il 2002 era terminato) di Marin et Fils, che si rivela di facilissima beva, tanto da costringerci a scegliere un'altra bottiglia (per non rimanere senza vino in occasione del secondo piatto), uno champagne brut tradition di Serge Mathieu, vigneron dirimpettaio del precedente nel borgo di Avirey-Lingey. Entrambi gli champagne, a maggioranza di Pinot Nero nella cuvée, a basso dosaggio ed appartenenti allo stesso terroir, si rivelano di qualità fine, anche se, posti a diretto confronto, il primo, millesimato, rivela una complessità olfattiva e gustativa superiore al rivale, tanto da indurmi ad acquistarne una bottiglia da asporto.
Aggiungo anche un calice di passito per accompagnare al meglio i formaggi erborinati della selezione, un caffè e, come dolcissimo finale, un bicchierino di grappa affinata di Barbaresco della vicina distilleria Mazzetti.

Il conto: euro 135 per due persone.
Considerazioni finali. A casa di Babette ha rappresentato per noi una gradevolissima scoperta: ci ha colpito per il calore dell'ambiente, che non è dato solo dall'arredamento ma anche dalla disponibilità  del personale a consigliare ed informare i clienti in modo da rendere la loro esperienza migliore possibile. La cucina, invece, nonostante il coraggioso e lodevole tentativo dello chef di attualizzare alcuni piatti della tradizione, integrandoli con altre proposte volte ad esaltare le bollicine, non ci ha convinto pienamente: è, a nostro avviso, perfettibile, pur essendo già di buon livello. Tuttavia, questo piccolo neo non modifica più di tanto il nostro giudizio complessivo del locale, che rimane molto buono.
Per questo vi ritorneremo sicuramente e ci sentiamo di consigliarlo ai Mangioni.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.