Fortunatamente esistono ancora trattorie dove pote...

Recensione di del 01/11/2009

Trattoria Pilla

22 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 22 €

Recensione

Fortunatamente esistono ancora trattorie dove poter mangiare tanto e bene senza spendere grosse cifre, una di queste è sicuramente il bar-trattoria Pilla di Romagnese. Il locale si trova in frazione Gabbione nelle splendide colline dell'alto Oltrepo pavese, per chi non è pratico della zona bisogna percorrere la ex statale che sale verso il Monte Penice e arrivati nel paese di Panigà prendere la prima strada sulla sinistra in direzione Gabbione. La trattoria è proprio nel centro della piccola frazione.

Il locale, pur essendo semplice, è arredato con gusto e recentemente è stato completamente ristrutturato, compresi i servizi che sono di categoria superiore alla media.

Venendo al cibo, abbiamo gustato il menu degustazione che viene servito per tutti i commensali nei giorni festivi, mentre a pranzo durante la settimana si può scegliere, tra alcune proposte sempre ad un prezzo molto contenuto (purtroppo la sera la cucina è chiusa).
L'antipasto, servito in modo professionale e cortese dalla titolare e da una sua collaboratrice(che si sono occupate splendidamente per tutto il pasto dei circa 45 avventori) vale da solo un pranzo intero, infatti sono arrivati al tavolo salame, coppa, pancetta e lardo tutti di produzione locale, accompagnati da insalata russa (fatta in casa), cipolline e peperoni sott'aceto, cotechino caldo e per finire fagioli e cipolle.

Dopo il "leggero" antipasto abbiamo gustato risotto ai funghi (anche questi trovati nei boschi della zona dal padre della titolare) e agnolotti al sugo; ovviamente, per chi lo desidera, il bis è sempre a disposizione.

Ormai satolli non abbiamo comunque rinunciato ad assaggiare i secondi propostici e precisamente: roastbeef all'inglese con bagnetto verde, brasato con crocchette di patate e arrosto misto più insalata verde.

Ovviamente non può mancare il dolce (a dire il vero preceduto anche da un assaggio di formaggio servito al tavolo) che il giorno della nostra visita consiteva in un eccellente tiramisù di produzione propria e in una fetta di torta al cioccolato, o in alternativa una paradiso. Anche qui chi desiderava tutti e tre i dolci è stato accontentato senza problemi.

Non essendo grandi bevitori abbiamo pasteggiato solo con una bottiglia di buon Ortrugo piacentino (siamo sul confine tra le due province) però vi è una buona scelta sia di vini rossi che bianchi, sempre del territorio, proposti dal fratello della titolare che si occupa del bar.

Alla fine eravamo veramente sazi e soddisfatti, oltretutto il pranzo è durato circa due ore, dando la possibilità a chi vuole, di farsi un giro nei paesi attorno senza dover correre subito a casa. Abbiamo speso 110 euro in cinque, compresi i caffè; digestivo gentilmente offerto: un prezzo che dire onesto è dir poco e soprattutto senza rinunciare ad una qualità eccellente delle materie prime, infatti conviene sempre prenotare perchéè qui i clienti non mancano mai.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.