La Villetta 1940 è un bel locale dalla forte anima...

Recensione di del 27/06/2007

La Villetta dal 1940

25 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

La Villetta 1940 è un bel locale dalla forte anima “romana”, posto in via della piramide Cestia.
“Bello” per la grande sala ad L con travi a vista (che dà un’impressione spaziosa ma non dispersiva), per la piacevole divisione degli spazi creata dall’antisala con alcuni tavoli all’ingresso e per la presenza di un ampio bancone bar con esposizione di dessert e salumi.
Quanto all’anima “romana” basta guardare le moltissime foto degli ospiti famosi del locale (calciatori e celebrità romane varie) che decorano le pareti in tinta giallo pastello, oppure le targhe SPQR e le terracotte finto-imperiali che spuntano qua e là.
O forse basta semplicemente dare un’occhiata al menu giallorosso….

Il menu merita davvero una lettura attenta, non solo per la varietà di piatti proposti (ci sono tutti i piatti della tradizione, dai fagioli con le cotiche ai frittini, dai rigatoni con la pajata alla coda di vacca, passando per una buona offerta a base di pesce), ma soprattutto per lo stile: scritto in vernacolo, scanzonato, a tratti irriverente, impossibile non dedicargli il doppio del tempo usuale.
Noi arriviamo alle 20, siamo in tre; locale semideserto si riempirà attorno alle 21-21:30.
Veniamo fatti accomodare nell’antisala (tavoli apparecchiati con stoviglie di terracotta di buon gusto), ci divertiamo a sfogliare il menu e decidiamo di ordinare.

Qui iniziano i problemi.
Il personale in sala è numeroso (non appena il locale si riempirà capiremo il perché) e si aggira indaffarato non degnandoci neppure di un’occhiata; seppure gli avventori siano ancora pochi, le nostre ordinazioni verranno prese alle 20:30, dopo ripetute segnalazioni.

Da quel momento un’ora di attesa (e qualche timida rimostranza) per gustare tonnarelli alla burina (ricotta, pecorino e guanciale in quantità esagerate, un piatto molto carico di condimento, gustoso e ben preparato), rigatoni alla carbonara (anche qui condimento abbontante, piatto molto saporito, forse una punta troppo sapido) e rigatoni alla vaccinara (in sostituzione della pajata che mancava): sicuramente il piatto migliore, freschissimo il pomodoro insaporito da un grosso pezzo di coda molto tenero.
Tutti i primi sono decisamente abbondanti, pasta di consistenza perfetta e mano pesante sul condimento. La “scarpetta” è d’obbligo.

Sono necessari 40 minuti (e altre segnalazioni ai camerieri) per vederci recapitare una porzione di abbacchio scottadito.
Dopo altri 15 minuti devo richiedere al cameriere dove siano finiti i miei fagioli con le cotiche (presentati in scodella di coccio, cottura perfetta delle cotiche, piatto vellutato e delicato).

Chiudiamo ormai molto innervositi con un trionfo di dolci per due (crostata con marmellata di arance, torta cocco e crema, torta crema e frutta, torta della nonna alla crema), fette di torta presentate su un tagliere con panna spray e caramello. Buona la crostata alle arance, le altre torte hanno una crema gommosa e compatta, quasi gelatinosa (mi mette il dubbio che non si tratta di crema fatta in casa) e la pasta dura.

Abbiamo accompagnato la cene con acqua e una birra.

Conto finale 75 € per tre primi (12 € cadauno), due secondi ( 6 € e 13 €), dolci (14 €) e bevande (6 €).

Esperienza positiva dal punto di vista culinario (ci torneremo), totalmente negativa per quanto riguarda il servizio.
Tempi di attesa inaccettabili, ancor più inaccettabile la totale disattenzione del personale: siamo stati semplicemente ignorati.
A fine cena ho chiesto un chiarimento a quello che suppongo fosse il titolare: non ho ottenuto né una spiegazione né una parola di scusa.
Voglio credere si sia trattato di un caso sfortunato. Per ora il giudizio sul servizio è insufficiente.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.