La Gatta Mangiona, indicata vox populi come una de...

Recensione di del 31/07/2007

La Gatta Mangiona

21 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 21 €

Recensione

La Gatta Mangiona, indicata vox populi come una delle migliori pizzerie romane…
A dirla tutta il primo impatto non è esaltante, il locale dall’esterno è piuttosto dozzinale, tavoli di plastica verde, apparecchiatura “base”, addossati tra loro a riempire il marciapiede della non bellissima via ozanam; l’interno migliora ma non è memorabile, con le pareti gialline ravvivate da immagini di gatti e i tavoli e sedie in legno con tovaglie a quadri. In bella vista una lavagna con i piatti del giorno.

Fin qui una normale pizzeria; quello che non è così banale è il menu, che presenta una interessante proposta di antipasti, calzoni, supplì, bruschette… oltre naturalmente alle pizze (divise in rosse e bianche), assolutamente non banali né per ingredienti né per accostamenti.
Iniziamo con un supplì zafferano e asparagi e un calzoncello con verdure ripassate, pinoli e uvetta (entrambi presentati un po’ mestamente su un piattino bianco): sfizioso il calzoncello, pasta croccante e asciutta e ripieno delicato con l’uvetta che esce a tratti. Meno azzeccato il supplì, profumatissimo e fragrante ma il gusto non esalta; gli asparagi si perdono e la consistenza è più da risotto.

La pizza è una sorpresa: né alta né bassa, pasta leggera, morbida e croccante il giusto, se ne indovina la scelta attenta delle farine (purtroppo non abbiamo avuto modo di approfondire il tema) e probabilmente la lunga lievitazione.
Proviamo una pizza con burrata, sgombro affumicato e filetti di pomodoro (pizza bianca, ottima ed abbondante la burrata, indovinata la scelta dello sgombro a dare una nota di sapore) e una convincente gallurese piccante (bufala, salame piccante, alici, olive kalamata e spolverata di pecorino), pizza decisamente di carattere, saporita e vivace, sapori ben identificabili ma al contempo non slegati.

Ad accompagnare il tutto una Malheur Millenium 75 cl, bionda belga speciale. Leggermente torbata all’aspetto, aroma luppolato e leggermente acidognolo, al palato si rivela fresca e brillante, con una punta speziata e una sorprendente bevibilità per i suoi 10°.
A quanto sembra il locale è ben fornito di birre non commerciali; quanto fornito a noi non è dato sapere perché la carta non è presente, la birra viene consigliata da quello che crediamo essere il titolare: competente e disponibile a scambiare qualche opinione sul mondo di luppolo e malto.

Diamo solo un’occhiata ad una interessante carta dei dolci (non il soliti tartufo e tiramisù), abbiamo già deciso di concludere la serata con un gelato da passeggio della gelateria proprio di fianco.

Chiudiamo con due caffè (offerti).
Totale conto 41 Euro in due; pizze sugli 11 Euro birra 12 Euro, antipasti circa 2,50 Euro.
Stante la qualità delle pizze, il prezzo ci sta tutto.

Locale più di sostanza che di apparenza, offerta gastronomica interessante, servizio giovane, disponibile e per nulla invadente (cosa non così scontata nel panorama romano).
Ci torneremo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.