Felice a Testaccio: praticamente un’istituzione. <...

Recensione di del 23/12/2009

Felice a Testaccio

45 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Felice a Testaccio: praticamente un’istituzione.
Non andavo a mangiare da Felice da anni, da quando cioè questa trattoria era condotta "dar Sor Felice" in persona, ed era poco più di una stanza con i tavoli in formica e le luci al neon sul soffitto.
Da pochi anni la gestione è passata totalmente in mano ai figli ed il locale è stato rimesso completamente a nuovo.
L’altra sera, approfittando di una cena con un amico, siamo andati a provare questa nuova gestione.
Il locale ha subito un importante intervento estetico che sfruttando soluzioni moderne non ha snaturato la dimensione di ristorante di cucina romana nel cuore di Testaccio. Certamente se prima l’ambiente non era forse adatto ad una cena romantica, adesso senz’altro ci sono tutti i presupposti per coniugare un ambiente piacevole ad un’ottima cucina.
Il cameriere, efficientissimo, sciorina in perfetto stile romano il menu, evidenziando le specialità del giorno (da notare che la carta è suddivisa nei giorni della settimana rispettando il calendario della cucina romana: giovedì gnocchi, venerdì baccalà, sabato trippa, ecc.). Quindi ci lascia la carta dei vini.

Passiamo direttamente al primo: tonnarelli cacio e pepe. Erano la specialità del buon Felice, e ancora vengono presentati in tavola completamente nascosti dal pecorino grattugiato e rimestati davanti al cliente fino a formare la miracolosa crema. In assoluto i migliori che io abbia mai assaggiato a Roma.
Il mio commensale prende paccheri alla Norma, a suo giudizio molto buoni.
Secondo: abbacchio al forno con le patate. La porzione è invidiabile. La cottura perfetta. La carne è buona. Vengo invitato dal cameriere a “smontare” le costolette una per una per assaporare fino all’ultimo brandello di carne. Cosa che faccio puntualmente.
Il mio commensale prende della noce arrosto con patate.
Il tutto viene accompagnato da un Cesanese “Amarasco” – Principi Pallavicini
Per finire tiramisù, servito in un bicchiere, di quelli da osteria, e caffè.

Totale 45 Euro a persona.
Unica nota dolente è il tiramisù che ci ha contato 12 euro a porzione, eccessivo, a mio dire, rispetto ai prezzi delle altre portate.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.