Trovandoci a Roma per motivi di lavoro, in una ser...

Recensione di del 13/05/2009

Dino e Tony

25 € Prezzo
7 Cucina
5 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Trovandoci a Roma per motivi di lavoro, in una sera di libera uscita ci hanno consigliato questo originale locale alla nostra richiesta di poter provare la vera cucina romana. Il locale si trova vicino all'ingresso dei musei Vaticani in una grande via di passaggio. Se non fosse per il consiglio datoci da un amico, così visto dall'esterno mai saremo entrati in questa hosteria. Ambiente tipico da trattoria caotica, locale vecchiotto con tavoli non vicini, di più!
Qualche tavolo all'ingresso, lungo il marciapiede e fila di gente per entrare, noi su consiglio abbiamo riservato.
Il signor Dino lavora in sala e corre come un matto ed il fratello Tony è in cucina ed ogni tanto esce con i piatti fumanti.

Il menu non esiste, si parte con un bel ci penso io e in pochi minuti il tavolo è già pieno di antipastini, caldi e freddi.
Essendo anche pizzeria troviamo negli antipasti della focaccia al rosmarino e un panzerotto ripieno di ricotta e cicoria.
Frittini vari con baccalà, olive all'ascolana, crocchette di patate,mozzarella in carrozza e fiori di zucca in pastella.
Tutto gustoso e fragrante con un fritto decisamente leggero e una pasta della pizza soffice e digeribile.
Nei vassoi anche del prosciutto crudo e salame che decisamente stonano con il resto, abbastanza scarsi di sapore.

Si prosegue con un bis di primi composti da maccheroni all'amatriciana e spaghettoni alla carbonara. Le paste sono al dente con sughi ben eseguiti e di gradevole fattura,unica pecca piattoni troppo abbondanti.
Siamo satolli ma il buon Dino insiste per farci assaggiare un carciofo alla giudia, eccellente anche questo e meno male che è di parola e ce ne serve solo uno a testa.

Anche con i dolci si lascia al padrone di casa la scelta ed in tavola arrivano assaggi di tiramisù, panna cotta, granita al caffè con panna e varie crostate con frutta secca e confettura di marasche.
I dolci sono di casa e si sente nella fragranza delle torte.
Si pasteggia con un rosso alla spina, beverino, discreto ma niente di memorabile.
Il mio personale giudizio rimane positivo,cercavamo un posto rustico dove mangiare delle specialità del posto con un'ambiente un po' da caciara dove in ogni caso i piatti sono stati corretti e quì sono oltre trent'anni che lavorano così.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.