La carbonara per definizione... e non solo!

Recensione di del 19/05/2013

Antica Trattoria da Carlone

30 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Era da tempo che volevo provare una vera trattoria romana, di quelle che l’immaginario collettivo colloca tradizionalmente a Testaccio o a Trastevere: mi faccio consigliare da ilmangione.it e, alla prima occasione, comincio dall’”Antica trattoria da Carlone” che sembra aver messo tutti d’accordo. Fra l’altro ho con me mio nipote, che a 13 anni ha un robusto appetito ed è un teorico della carbonara, che qui leggo essere la migliore sulla piazza!
Sorpresa: troviamo parcheggio senza difficoltà a un centinaio di metri dal ristorante e ci incamminiamo fra i vicoli di Trastevere verso l’agognata destinazione.
Il posto, tanto per cominciare, è incantevole, proprio come ci si immagina che possa essere, in una stradina che in quel punto si allarga leggermente a formare quasi una piazzetta: pochi tavoli all’aperto ma ci fanno accomodare all’interno, molto pulito e ordinato, con una lavagna su cui sono indicati i piatti del giorno.
Poche cose nel menu ma c’è tutto ciò che si può chiedere a una trattoria romana: carbonara, matriciana, gricia, cacio e pepe fra i primi; coda alla vaccinara, trippa, abbacchio, saltimbocca alla romana fra i secondi.

Siamo in quattro, prendiamo altrettante carbonare dividendoci sui secondi: coda per me, saltimbocca per mio nipote, mia mamma e mia zia si dividono un abbacchio e una porzione di carciofi alla giudia.
I carciofi sono gli ultimi della stagione, il proprietario ci mette più volte in guardia ma noi decidiamo di rischiare e di assaggiarli lo stesso e non rimaniamo affatto delusi: non oso immaginare come sarebbero stati buoni se fossimo venuti un mesetto fa.
La carbonara è assolutamente monumentale, spero di avere la forza la prossima volta di prendere qualcos’altro ma non sarà facile sapendo cosa mi perdo. L’uovo è cremoso al punto giusto, guanciale e pecorino sono dosati al punto giusto e il pepe. Il pepe è tanto, ma ci vuole!
La coda è ottima e abbondante, forse il sugo è appena troppo denso, e anche gli altri commensali sono entusiasti delle loro scelte.
Io e mio nipote prendiamo due dolci (ottimo millefoglie alle fragole io, tiramisù lui) e chiudiamo con quattro caffè; da bere abbiamo preso solo un mezzo litro di Montepulciano e due bottiglie d’acqua.

Leggendo il menu avevo sospettato che il conto sarebbe stato più salato di quanto mi aspettassi, dato che i primi stanno sugli 11 euro e i secondi sui 13, ma alla fine il totale per quattro non ha raggiunto i 120, segno che mancano i balzelli aggiuntivi che fanno spesso lievitare la spesa oltre le previsioni.
Aggiungiamo che il personale, dal padrone al figlio e agli altri camerieri, è simpatico e cordiale e che la prenotazione è assolutamente necessaria, almeno la domenica a pranzo: il locale era pieno e molti visitatori sono stati, ahiloro, rimandati indietro…
Insomma, un ristorante da provare assolutamente!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.