Come al “Dome” di Parigi o al “Bota Fumeiro” di Ba...

Recensione di del 05/03/2009

Ai Piani

90 € Prezzo
9 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 90 €

Recensione

Come al “Dome” di Parigi o al “Bota Fumeiro” di Barcellona! Un tempio del crostaceo che proprio non ti aspetteresti, anche se siamo pur sempre ai Parioli, dove invece tutto è possibile.

Cominciamo dal parcheggio, impossibile, e infatti arriviamo in taxi. Il locale non è particolarmente attraente: visto da fuori potrebbe anche sembrare una costruzione abusiva poi ristrutturata nel tempo grazie ai condoni. E' in ogni caso costruita intorno ad un gigantesco pino marittimo il cui tronco occupa una buona parte del corridoio centrale del locale. Si è visto di meglio, insomma, anche se il banco col pesce fresco ed i crostacei in bella vista, non appena si entra, mette già di buon umore.
Lasciati i soprabiti al guardaroba ci guardiamo intorno mentre ci accompagnano al tavolo e osserviamo tra gli ospiti molti visi noti, soprattutto "politici". Fortunatamente non chiassosi come accade in altre ben più famose trattorie del centro.

L'appetizer è costituito da un gigantesco centro tavola con pane carasau e patatine affettate sottilissime e saltate in padella. Perfetto per ungersi dita e cravatte.
Siamo in quattro e optiamo per un antipasto di crudi. Cominciamo quindi con ostriche, tartufi di mare, scampi, mazzancolle, tartare di tonno e alici. Tutto superbo.
A seguire, un’insalata di polpo tiepida e una granseola favolosa. Sui primi ci lasciamo consigliare e ci dividiamo spaghetti con puntarelle e bottarga e paccheri con vongole e carciofi. Entrambi curiosi e davvero ottimi.
Molto ben costruita la carta dei vini, con una bella proposta di vini bianchi "leggeri" ed una più importante sezione dedicata a Champagne e a bianchi di struttura. Dovendo pur sempre lavorare il pomeriggio abbiamo optato per un Cinque Terre della cooperativa di Monterosso, non particolarmente impegnativo ma perfetto come accompagnamento ai nostri cibi.
Chiudiamo con una tagliata di frutta fresca (ananas, melone, banana, fragole, qualche frutto esotico), un assaggio di sorbetto al limone e l'immancabile caffè.

Servizio discreto, molto professionale e molto poco "romano", nonostante il tipo di clientela. Altro punto a favore.
Il conto è all'altezza dei cibi ordinati e mangiati: 90 euro a testa, che lasciano in ogni caso soddisfatti. Da riprovare certamente.

Altre recensioni per "Ai Piani"

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.