Quest'anno sono a Roma per lavoro. Mi è capitata u...

Recensione di del 19/03/2008

Ai Bozzi - da Giovanni

27 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 27 €

Recensione

Quest'anno sono a Roma per lavoro. Mi è capitata un'occasione eccezionale e l'ho colta al volo. Cosi ho abbandonato (al momento) la cucina pavese e mi sono immersa con entusiasmo in quella romana.

Questo ristorante, situato sulla piazzetta che si trova appena entrati in Trastevere, me lo ha fatto scoprire una mia amica romana conosciuta durante la mia avventura americana, quando sono venuta a Roma per il trasloco, a dicembre. Da allora ci sono tornata più volte, con chiunque mi sia venuto a trovare: mamma, sorella, fidanzato.

Quella che racconto qui, è la serata mamma-figlia del 19 marzo 2008. Arriviamo senza prenotare e stasera non ci sono problemi di posto, anche se non si può dire che il ristorante sia vuoto.
All'esterno c'è un ampio spazio dove si può mangiare godendo dell'aria fresca in primavera, ma per il momento fa ancora freddino e decidiamo di stare all'interno, dove il locale si snoda in quattro sale abbastanza ampie.
I muri sono rustici e su di essi fanno bella mostra di se dei ritrovamenti archeologici che spero siano finti (o di cui preferisco ignorare la provenienza!). I tavoli sono abbastanza distanziati e apparecchiati in modo semplice e dignitoso.

Anche il servizio è molto alla mano, cosa che dà un tocco di familiarità al tutto. Ci concentriamo sui primi del giorno. Io spero di riuscire a fare assaggiare alla mamma un piatto eccezionale che avevo mangiato una delle altre volte, gnocchetti con i frutti di mare, semplicemente divini, ma non ho fortuna. In realtà ci sono tornata altre volte dopo di allora e non li ho mai più trovati!

Ordiniamo allora tagliatelle con moscardini e carciofi e paccheri con tonno, olive e fiori di zucca. Assaggiamo entrambi i piatti e sono buonissimi entrambi! Vellutato il sughetto dei moscardini e carciofi, piccantino quello del tonno. Passiamo ai secondi.

Mia madre opta per l'abbacchio alla scottadito, io per una frittura di gamberi e calamari, e prendiamo una porzione di patatine fritte in due. Le patatine qui sono a sfoglia (come quelle del sacchetto, per intenderci), ma fatte fresche. La frittura e leggera e non unta, come anche quella del pesce. Insieme all'agnello arriva un'insalata, che io penso che abbia ordinato mia madre, ma poi scopro che non è cosi. Non mi va di mandarla indietro e mi dico che al limite la pagherò, e resta intoccata sul tavolo. Alla fine il cameriere si accorgerà dell'errore e non ce la metterà in conto.

Da bere prendiamo una bottiglia di acqua naturale. Ah, domenticavo di dire che qui mentre si aspetta di ordinare viene servita una specie di piadina calda appena sfornata condita con olio, sale e rosmarino, e continua ad essere servita calda al posto del pane durante tutto il pasto. Infatti in questo ristorante fanno anche delle ottime pizze, per cui il forno è sempre acceso.

Comunque, mia madre, grande intenditrice di agnello, si esprime molto favorevolmente riguardo a quello che le è stato servito, e lo descrive come morbido e saporito. Anche la mia frittura è buona e poco unta, come sempre. Siamo davvero sazie (anche a causa della piadina mangiata con golosità in abbondanza) per cui chiudiamo con una porzione di ananas fresco.
Mi alzo per andare a pagare e al ritorno mi imbatto in un signore che mi ricorda qualcuno. Toto Cutugno? Solo mia madre può risolvere l'enigma, grande fan di Toto. Nel frattempo lui è uscito dal ristorante. Mia madre lo avvicina e lui gentilmente le fa un autografo e le dà un bacio. Ma si, anche a me.

Ci allontaniamo, con mia madre che è contenta come una bambina. Vederla cosi felice mi ripaga di tutto, della stanchezza della giornata, della fatica di tornare a casa in autobus (da Trastevere è davvero un incubo coi mezzi pubblici, inutile negarlo). Ah, il prezzo della cena, di cui non conosco il dettaglio perchè nella ricevuta che danno a me non compare, è stato di 55 euro per due primi di pesce, due secondi, un contorno e una frutta, e due bottiglie d'acqua. Alla prossima!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.