Ormai da qualche tempo i ristoranti che proviamo, ...

Recensione di del 11/11/2005

L'Angolo

47 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 47 €

Recensione

Ormai da qualche tempo i ristoranti che proviamo, vengono selezionati quasi sempre attraverso questo sito, e a ragione, tant’è vero che la coppia con cui siamo soliti uscire ci lascia sempre carta bianca.

Questo prologo solo per dire che anche a questo ristorante siamo arrivati attraverso i potenti mezzi de “il mangione”.

Decidiamo di visitare “l’angolo” un venerdì sera, purtroppo arriviamo con quasi un’ora di ritardo data la nebbia fittissima. Spesso, anche se avvisati tempestivamente del ritardo, questo può indisporre i ristoratori; l’accoglienza che ci è stata riservata, invece, è risultata essere cordiale e solare come se nulla fosse accaduto e, anche nelle chiamate che abbiamo fatto per notificare il nostro ritardo, abbiamo notato molta simpatia e tranquillità. Arrivare non è particolarmente complicato e la possibilità di parcheggio è molto ampia.

All’esterno il ristorante è molto grazioso e addobbato a festa con delle lucine a cascata, non so però se fosse per la vicinanza con le feste natalizie o se invece sia sempre così. Le porte d’ingresso sono automatiche e nel complesso non stonano con lo stile moderno del locale.

Come dicevo, appunto, il design è curato e abbastanza moderno, giocando tutto sui colori del giallo tenue delle pareti e delle sedie e del rosso delle tovaglie. Il locale si divide in due sale principali, di dimensioni diverse ma più o meno simili nello stile.
Entrati, veniamo fatti accomodare nella saletta più appartata che credo sia ideale per feste private.

Giusto qualche minuto per ambientarci e veniamo invitati a prendere un aperitivo in cantina.
L’idea è ottima, la cantina risulta un ambiente davvero intimo e speciale (e, cosa che non guasta, molto rifornita di vino) ci viene fatto scegliere tra un aperitivo analcolico o uno spumante, vengono servite delle stuzzicherie e poi veniamo lasciati a goderci questo luogo così intimo.
Finito il nostro aperitivo, senza nessuna fretta, siamo noi a tornare al nostro tavolo e, con molta solerzia, ci vengono portati i menu.
La scelta è abbastanza varia, è possibile consultare il menu completo sul sito del locale, per quanto riguarda la nostra serata decidiamo di prendere solo antipasti e secondi.

Come antipasti prendiamo:
- salumi regionali al coltello, una selezione di coppa prosciutto e salame milano, buoni e saporiti
- polenta con lardo di colonnata, a mio parere troppo gustoso, ma io non sono un’estimatrice del lardo, altri commensali l’hanno divorata
- antipasto misto dell’angolo, composto da vari assaggino degli altri antipasti presenti nel menu tra cui il petto d’anatra affumicato su letto di soncino con aceto balsamico, una frittatina squisita e altri salumi.
Il tutto davvero abbondante e buono, tant’è che anche chi aveva preferito non prendere l’antipasto si è lasciato tentare da questo tripudio.

Di secondo invece due di noi optano per la fiorentina chianina, che, dato il peso elevato, viene loro consigliato di dividere in due, mentre io e un altro commensale preferiamo prendere il filetto alla pietra ollare.
La carne è a dei livelli davvero elevati, ottima e gustosa, era da tanto che non mangiavo carne così buona.
Inoltre il servizio dei secondi è stato carino e suggestivo, infatti la fiorentina appena scottata in cucina è stata finita di cuocere dal cameriere su una piastra al nostro tavolo, mentre il filetto ci è stato portato crudo su un vassoio composto da due parti, quella della cotture e quella in cui mettere le salse e i condimenti.

Come accompagnamento sono stati serviti dei piatti di verdure, da loro chiamate tagliatelle, che, non dico per scherzo, erano davvero eccezionali, e delle patate cotte al forno.

Anche se la serata si fosse fermata qui ne sarei rimasta più che soddisfatta, invece ci sono altre cose da segnalare, tra cui la simpatia davvero unica dei camerieri e della signora Donata che ci hanno accompagnato tutta serata, contribuendo in modo perfetto alla riuscita della nostra cena. Per non parlare poi della cantina, e della gentilezza del sommelier che, nonostante le nostre richieste folli, è riuscito ad accontentarci totalmente.

Riassumendo per:
Antipasti per quattro
Una fiorentina da più di un chilo
Due filetti
Tre bottiglie di vino
Contorni
Coperto di 2 euro a persona (che fra l’altro include il prezzo del caffè)
Abbiamo speso 187 euro in quattro. Alla fine ci sono stati offerti amari e grappe.

Considerando la qualità del cibo proposto e del servizio posso dire di aver pagato volentieri una cifra che, di per sè, potrebbe risultare elevata.
Il ristorante “l’angolo” può sicuramente contare sul nostro ritorno e sulla nostra completa soddisfazione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.