A Recco il ristorante per antonomasia è Manuelina....

Recensione di del 01/06/2012

Manuelina

90 € Prezzo
10 Cucina
9 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 90 €

Recensione

A Recco il ristorante per antonomasia è Manuelina. Sinonimo di qualità assoluta.
Lo abbiamo provato più volte e quindi mi sembra giusto recensirlo. Si trova poco distante dall'uscita dell'autostrada, la A12. E' fornito di parcheggio riservato alla clientela.
E' una villa ligure divisa in varie strutture: il ristorante, la focacceria e l'hotel. Dopo un vialetto che porta al parcheggio ed alla Focacceria, si trova l'ingresso del Ristorante, affrontato da quello dell'hotel. Il locale è semplice ed elegante, caldo con i suoi mattoni a vista.
Nella zona di ricevimento c'è la cucina, parzialmente a vista grazie ad un'ampia vetrata, la vasca degli astici con la vetrina del pescato fresco e poi il grande tavolo del pane e dei grissini.
I mobili sono di legno massello. La solida essenzialità della sostanza, non c'è bisogno di orpelli superflui.
Ci sono due sale; una, strutturata con una veranda, circondata per tutta la lunghezza di ampie vetrate, con al centro un tronco di palma. L'arredamento qui è sui toni del bianco.
Una, con al soffitto le travi di legno a vista, piene di piatti del buon ricordo, provenienti da ristoranti di tutta Italia.
I tavoli sono ben distanziati tra loro, tovaglie marroni con copritovaglia di lino bianco. Poltroncine bianche e marroni, in fondo una saletta più intima.
Le posate sono di un certo livello, i bicchieri di cristallo con un piccolo logo, come centro tavola un vasetto con erbe aromatiche, una scelta squisita.
Ci accompagna al tavolo una signorina, che ci affida ad un cameriere, il quale si prenderà cura di noi per tutta la serata, mettendosi a disposizione per aiuti e chiarimenti.
Ci accoglie con i menù e con il cestino del pane e dei grissini, accompagnati da un piattino di olio Orseggi di Lavagna, come degustazione.
Ci porta come appetizer un calice di prosecco brut, dal sentore piacevolmente fruttato e della focaccia di Recco.
Ottima, credo di poter azzardare che Manuelina faccia una delle, se non la miglior focaccia al formaggio di Recco.
Da bere ordiniamo un Verdicchio Villa Bucci del 2006, dal colore giallo paglierino intenso e dal profumo delicato ma persistente, fruttato ed equilibrato, di buon corpo.
Un vino importante con i suoi 13,5 gradi.
Di antipasto ordiniamo una degustazione di ostriche, da dividere, un'insalata di pescatrice e astice ed un carpaccio di morone.
Le ostriche sono ovviamente freschissime. Sono di tipo fine de binic, allevate in mare aperto e di tipo Perle noire,allevata anch'essa in mare ma poi portata in fiume.Sono fresche,belle croccanti,sode.Entrambe di caratura 2,belle consistenti,quindi.Io le mangio con un pò di limone e una lieve spolverata di pepe, sono molto saporite.
Il carpaccio di morone, una ricciola di profondità, abbastanza difficile da pescare, è servito con pepe rosa e sale del Galles affumicato, tagliata sottile e marinata con olio e limone. Un piatto molto delicato e fresco. L'insalata di pescatrice ed astice è servita con carciofi e pinoli croccanti.
Anche questo piatto è servito solo con un filo d'olio per non coprire il sapore del pesce. La bontà dei piatti sta nelle materie prime e la semplicità con cui sono preparati è segno della loro freschezza.
Di primo, risotto alla scogliera. Il riso è cotto alla perfezione, accompagnato da muscoli, totani, scampi, vongole in quantità abbondante. Le porzioni sono discrete. Giuste per poter gustare anche i secondi. Scegliamo una porzione di gamberi alla griglia e un filetto di dentice in crosta di patate e carciofi.
I gamberi rossi di Santa sono perfetti,già aperti,polpa consistente,saporiti. Il dentice, in filetti puliti e spinati, è cotto al forno su un letto di patate e carciofi croccanti. Anch'esso è molto delicato. Saltiamo il dolce ed ordiniamo il caffè.
Assieme al caffè ci viene servito un assortimento di piccola pasticceria casalinga, costituita da meringhe, canestrelli, frollini e amaretti. Tutti buoni e fragranti.
Non richiesta, ma gradita ci viene servita della grappa invecchiata.
Mi scuso se non mi sono dilungato nella descrizione dei piatti, ma sono tutte preparazioni semplici, in purezza, dove protagonista è la freschezza del pesce. E se la materia prima è ottima, salse, intingoli e troppi ingredienti non fanno altro che rovinarla. Una grigliata è buona solo se il pesce è fresco e Manuelina è una garanzia.
Certo, il 10 rappresenta la perfezione, non migliorabile e questo non è possibile, ma per me lo merita tutto.
I piatti, nella loro semplicità, erano perfetti.
Il conto: le ostriche 16 euro, l'insalata di pescatrice e astice 16 euro, il carpaccio di morone 18 euro, il risotto per due 19 euro a porzione, il filetto di dentice 22 euro, i gamberi rossi alla griglia 32 euro, il vino 42 euro.
Il totale: 184 euro, scontato a 180.
Il caffè e la grappa ci sono stati gentilmente offerti.
Il locale è adatto a cene romantiche ed importanti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.