Ritorno sempre gradevole in uno dei locali storici...

Recensione di del 01/05/2010

Manuelina

65 € Prezzo
10 Cucina
10 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 65 €

Recensione

Ritorno sempre gradevole in uno dei locali storici della Liguria.
Si trova a 500 metri dal casello autostradale di Recco, sul lungofiume (comodo posteggio dietro al locale, condiviso da ristorante e focacceria); la struttura porta il segno di progressivi ma armoniosi ampliamenti ed è in uno di questi, una sorta di veranda chiusa caratterizzata da un grande tronco di palma al centro, che veniamo fatti accomodare. I tavoli sono ben distanziati a tutelare la privacy degli avventori e consentire l'agevole passaggio dei camerieri, la mise en place ha l'eleganza sobria di chi niente vuol togliere al protagonista della serata, il cibo. Tovaglie bianco crema e verde salvia, sottopiatti dal delicato richiamo etnico, posateria in argento, calici discretamente logati.

Apriamo la cena, come di consuetudine, con una mezza porzione di focaccia col formaggio, la migliore che abbia mai mangiato in zona, accompagnando questa e l'intera cena, con un Pinot Reserve della Contessa Manincor 2008, consigliato dal maître, leggero e fruttato (euro 20).
Come antipasto, il mio fidanzato sceglie un plateau di ostriche fine blinic selvagge, sempre freschissime, (euro 15) e io opto per i muscoli su crema di patate all'aglio e pepe: la crema agliata è delicatissima, uno dei loro antipasti più riusciti (euro 11).
Come primo piatto ci viene servito il risotto della scogliera da ordinare almeno per due visto che è cucinato e presentato in tegame per poi essere impiattato al tavolo; come il resto, è perfettamente curato, dalla scelta della materia prima alla cottura, in pefetto equilibrio fra i sapori del riso e dei condimenti (muscoli, vongole, scampi, totanetti). 18 euro a porzione(abbondante, visto che il mio fidanzato se ne serve due grossi piatti).
Io salto il secondo ma assaggio quello scelto dal mio compagno: un filetto di dentice al timo, delicatissimo (22 euro).

Il motivo della mia defezione è presto detto: sono innamorata dei dolci della Manuelina, il mio sogno è quello di trascorrere una serata ad assaggiarli tutti, ma per questa volta mi accontento (si fa per dire!) di una composta di pere speziata con cioccolato. E' una meraviglia a partire dalla presentazione: una scultura di cioccolato sulla cui sommità troneggia un alchechengi, introduzione fruttata alla mousse di cioccolato al profumo di cannella su cui è appoggiato. A sua volta, la mousse "siede" su un disco di cioccolato amaro e granella di pistacchi che nasconde la base del dolce: la composta di pere. Un dessert perfetto (8 euro). Il mio compagno opta per un più prosaico sorbetto al limone, fatto in casa (5 euro).

Il servizio è attento e garbato, migliore della volta precedente (quando il nostro tavolo era stato affidato alle cure di una ragazza giovane, forse ancora inesperta).
Manuelina è,come sempre,una garanzia.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.