Per il mio compleanno io e mia moglie abbiamo deci...

Recensione di del 13/02/2010

Locanda dei Gemelli

56 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 56 €

Recensione

Per il mio compleanno io e mia moglie abbiamo deciso di provare questo locale a Bareggio (circa 15/20 minuti da Milano). Arriviamo, avendo prenotato (cosa che consiglio vivamente di fare altrimenti, noi, saremmo rimasti fuori, forse anche perché era sabato sera) verso le 20:15.
Nessun problema per parcheggiare, c’è un parcheggio libero a circa 50/70 metri dall’ingresso del ristorante.
Appena entrati, veniamo accolti dal (ormai tanto famoso e recensito Andrea) titolare del locale. Un tipo molto estroverso che però ci sa fare con la clientela.
La sala può contenere circa 60/70 coperti ed era quasi tutta piena, e, poco dopo, con l’arrivo di una compagnia di 15 persone non resta più nessun posto libero. Locale carino, belle le sedie e i tavoli abbastanza distanti tra loro.
Ma veniamo alla cena.

Appena ci fanno accomodare ci servono due bruschettine a testa con pomodoro e olio (presumo toscano) molto gustose e che ci mettono subito di buon umore per quel che ci aspetterà in seguito.
Ci viene consigliato un vino (bianco perché diciamo che vogliamo cenare a base di pesce) il nome, mi sembra di ricordare fosse Toscana Italia buono anche se, secondo me un pochino leggero (premetto che, comunque, non sono un grosso intenditore di vini).,
Non c’è o quantomeno non l’ho vista, una carta del menu, il quale ci viene proposto e/o elencato da Andrea (con un fare tutto personale e simpatico) e dalla (credo moglie) che lo aiuta nel rapporto con la clientela.

Come proposto cominciamo con un antipasto caldo di pesce per due. Arriva un vassoio di discrete dimensioni composto da insalata calda di polipo e gamberetti con patate tagliate o cubetti, carpaccio di tonno, delle capesante gratinate che definire divine è poco, tanto sta che delle capesante abbiamo chiesto il bis!

Per il primo tra le varie proposte decidiamo per un primo da dividere in due perché vogliamo tenere spazio per i secondi. La scelta cade su delle pappardelle al nero di seppia con sugo di gamberi e bottarga. Molto buone per la mia lei e buone per me (avevano un sapore leggermente asprino per il mio gusto). Quantità come fossero due primi normali, quindi abbondante.

Come secondi decidiamo per due cose diverse. Mia moglie prende l’astice (di notevoli dimensioni) con un nome che adesso mi sfugge ma, se doveste prenderlo non è quello “alla catalana” ma “l’altro”, buono, praticamente è l’astice con sopra una gratinatura di formaggio, a mio parere il formaggio copriva un po' il delicato sapore dell’astice che io prediligo “nature” o al massimo con un po' di maionese.
Io invece mi faccio portare una grigliata mista che era preparata in una morbida impanatura e con pesce freschissimo. Conteneva cicale, salmone, spada, seppie, insomma non la classica grigliata (molto apprezzata dal mio palato).

Facciamo i complimenti alla cucina e si passa al dolce.
Appena entrati ve n’era una varietà di 10/12 tipi diversi mentre quando ci arriviamo noi ce n’è qualcuno in meno e scegliamo, la mia lei una crema catalana con frutti di bosco io una sfoglia alle mele e mandorle. Entrambi i dolci buoni, non eccezionali.
Ci vengono poi portate al tavolo e lasciate (cosa gradita) due bottiglie, una di mirto ed una di limoncello. Ottimi.
Un caffè per la consorte e il conto per me. 112 euro in due mi sembra una spesa equa per il trattamento e per l’ottima cena.
Sicuramente ci ritorneremo per assaggiare altre prelibatezze che ci proporrà il simpatico Andrea.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.