Io e la mia fidanzata ci siamo concessi qualche gi...

Recensione di del 21/08/2009

Antica Locanda del Contrabbandiere

44 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 44 €

Recensione

Io e la mia fidanzata ci siamo concessi qualche giorno di relax tra le colline moreniche nella zona compresa tra il lago di garda, mantova e brescia, così abbiamo avuto occasione di provare questo ristorante per la cena di venerdi sera.

La locanda non è difficile da trovare, basta prestare attenzione ai cartelli una volta usciti da Pozzolengo (Bs) e dopo aver percorso una stradina tra i vigneti si arriva a destinazione. La prima sensazione che si prova è senza dubbio pace, tranquillità.

L’edificio è un vecchio casale ristrutturato dove una volta erano soliti nascondersi i “contrabbandieri”: da ciò è dovuto il curioso nome. Al piano superiore sono presenti tre camere da letto, dato che si può anche pernottare, mentre al piano inferiore ci sono due salette davvero affascinanti ma data la calda serata sono apparecchiati sette (si, solamente sette) tavoli all’asterno: riparati da ombrelloni da esterni, tovaglie candide, stoviglie curate e candella che galleggia in vaso d’acqua.

Ci accomodiamo e subito ci viene offerto l’aperitivo: un flan di ricotta di bufala, con basilico e olive, accompagnato da un flûte di Lugana Brut. Direi che i 3,50 euro di coperto sono ampiamente giustificati.

Per la scelta delle portate non esiste menu, lo chef si presenta di persona e illustra i piatti del giorno su una lavagna e ne spiega la preparazione, con passione. Nota creativa e molto piacevole, che permette anche di fare la conoscenza del giovane e gioviale proprietario.

Come primi optiamo entrambi per dei maccheroncini di pasta fresca con crema di zucca e petto di anatra affumicato e per secondo del guancialetto brasato al Lugana accompagnato da una caponatina di verdure. La pasta davvero ottima, si sposava alla perfezione col condimento delicato e saporito allo stesso tempo.
E non di meno la carne, cucinata a lungo e senza grassi (a detta dello chef, il suo cavallo di battaglia) in modo tale da sciogliersi realmente in bocca.

Per concludere, come farsi mancare un dolce? Quindi abbiamo ordinato due tortini al cioccolato con spuma alla menta, piacevoli e gratificanti.

Come bevande per accompagnare la cena abbiamo deciso per un Lugana 2007 (di cui non mi ricordo la cantina) ed una bottiglia di minerale frizzante. Infine, un solo caffè decaffeinato.

Il conto è stato di 88 euro. Adeguato.

Dato che siamo stati gli ultimi due ospiti a lasciare la locanda, abbiamo avuto modo di chiaccherare un pò con il proprietario-chef che ci ha raccontato la storia del casale e le traversie circa l’apertura del ristorante, fortunatamente conclusa benone... proprio come la nostra cena.

Locale e ambiente rilassanti, di alto livello ma mai invadenti.

Consigliato a chi vuole fuggire dalla confusione e concedersi qualche coccola, magari con accanto una persona speciale.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.