E’ il primo giorno di vacanza nel Salento. Il rist...

Recensione di del 01/07/2008

Mare Fritto

25 € Prezzo
6 Cucina
7 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

E’ il primo giorno di vacanza nel Salento. Il ristorante ci viene consigliato dal nostro albergatore e si trova in riva al mare, a non più di 50 metri dalla torre che dà il nome al paese. Davanti al locale c’è un’area dove è possibile parcheggiare senza difficoltà. I tavoli (circa 80 coperti) sono tutti dislocati sulla veranda che circonda il ristorante su tre lati. La veranda è coperta da una struttura di alluminio con copertura in plastica, i cui lati vengono sollevati per lasciare entrare la brezza marina.

I tavoli e le sedie sono in plastica, così come sono di plastica la tovaglia, le posate e i piatti. Il menù, tutto a base di pesce, è un foglio plastificato che riporta 7-8 antipasti, 4 primi e 7-8 secondi piatti. Insieme al menù ci viene dato un foglio dove scrivere le nostre ordinazioni, che vengono poi ritirate dal cameriere.
Siamo in quattro e cominciamo con un antipasto di mare crudo, un piatto di cozze gratinate e un’impepata di cozze.
L’antipasto di mare mi viene servito in un piatto di plastica e comprende 4 ostriche di media grandezza e 10 cozze nere (buone). Ottima anche l’impepata di cozze, servita in una teglia usa e getta di alluminio; molto buone e in buona quantità le cozze gratinate, servite anch’esse in teglia di alluminio. Non facciamo in tempo a finire gli antipasti che ci vengono serviti (negli immancancabili piatti di plastica) i risotti alla pescatora. Piatto assai deludente, riso sicuramente cotto a parte e mal amalgamato con il sugo di pomodoro e coi gamberetti, le cozze, le vongole e le seppioline che ornano il piatto.
Fra le varie portate, le posate di plastica non vengono mai cambiate se non a richiesta.
Come secondo prendo un misto griglia che comprende alcuni gamberoni, un polipetto e una seppia. Buono ma in quantità scarsa. I tre fritti di calamari vengono invece serviti senza carta assorbente, lasciando sui piatti di plastica una notevole dose di unto.

Volevamo chiudere con due caffè decaffeinati ma non ne avevano. Carte di credito e bancomat non sono accettate: per il conto occorre pagare cash direttamente alla cassa.

La spesa: quattro coperti (2,00), un antipasto mare crudo (9,00), un’impepata di cozze (4,00), una cozza gratinata (5,00), due risotti alla pescatora (15,00), tre fritture di calamari (24,00), un misto pesce alla brace (9,00), un piatto di patatine fritte (2,50), due minerali gassate (3,00). Per un totale di 73,50 euro.

Il ristorante offre un bello scorcio della costa di Torre Lapillo e il pesce servito è fresco e di buona qualità. Tuttavia il servizio è troppo veloce e non vengono minimamente rispettati i tempi fra una portata e l’altra. Il risotto era pessimo. La scelta poi di utilizzare piatti e posate di plastica si commenta da sé.
Sicuramente questo ristorante non mi vedrà più fra i suoi avventori. Il rapporto prezzo/qualità è nella media della zona.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.