Cercavo un posto un po’ caratteristico per festegg...

Recensione di del 27/03/2005

Taberna Don Pepe

30 € Prezzo
7 Cucina
8 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Cercavo un posto un po’ caratteristico per festeggiare la Pasqua con la mia famiglia, e leggendo tra le varie recensioni ho scelto per questo ristorante appena fuori Bergamo.

Arriviamo all’una e un quarto e ci fanno accomodare nella taverna, ambiente molto suggestivo e raccolto, riscaldato da una stufa.
L’ambiente ci colpisce subito positivamente, sia per la disposizione dei tavoli molto distanziati uno dall’altro (nota positiva che non ci aspettavamo nel giorno di Pasqua), sia per l’arredo semplice e caratteristico, con pareti in pietra grezza, un piccolo canceletto di ferro battuto che delimita una specie di giardinetto interno con attrezzi tipici in legno.

Appena accomodati ci servono due taglieri, uno con crostini e bruschettine, l’altro molto ricco con affettati (prosciutto cotto, crudo, coppa, salame, lardo, pancetta…), olive e cipollotti.
Il tutto accompagnato da un bicchiere di prosecco.

Premetto che, essendo la prima volta che visitavamo quel ristorante, abbiamo deciso di farci fare un menù fisso con antipasto, due assaggi di primi e due secondi, contorni, dolce e caffè.

Dopo l’antipasto siamo molto soddisfatti, ma c’è una nota dolente, ci fanno aspettare un’ora e un quarto prima di servire i primi, un po’ troppo a nostro avviso. Tra l’altro vicino a noi stanno giusto servendo un’enorme grigliata di carne fumante, il cui profumino ci arriva alle narici aumentando ancora di più la fame.

Finalmente arrivano i nostri piatti, pappardelle al ragù di cinghiale e casoncelli al burro e salvia, davvero deliziosi, la pasta è fresca e i condimenti molto buoni, porzioni non abbondanti ma giuste, dato il menù completo che ci aspetta. Come vino ci portano del vino rosso sfuso, un po’ leggerino e troppo freddo, niente di speciale.

Il secondo arriva abbastanza in fretta, come prima cosa ci portano l’agnello con le patate, buono a parere degli altri commensali, un po’ troppo selvatico a mio parere, ma io non amo questo tipo di carne. Infine spezzatino di cinghiale con polenta, molto gustoso e apprezzato da tutti.
Con le porzioni dei secondi si sono riscattati, alla fine siamo tutti strapieni.

Come dolce decidiamo di stare light e scegliamo gelato al fiordilatte con frutti di bosco tiepidi. Ci viene offerta anche la colomba ma davvero sarebbe un surplus, la rifiutiamo e passiamo direttamente al caffè, anche perché orami sono le 17.00 e le nostre gambe si sono un po’ atrofizzate sotto il tavolo.

Il prezzo è ragionevolissimo, 30E a testa, tutto compreso.
Usciamo soddisfatti e ci riproponiamo di tornare una volta a cena per provare una delle famose grigliate di carne.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.