Andate in questo ristorante-pizzeria aperto da poc...

Recensione di del 03/09/2007

Dillo alla Luna

43 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 43 €

Recensione

Andate in questo ristorante-pizzeria aperto da poco e nato dalla passione di quattro amici per la cucina. A noi era stato indicato e abbiamo voluto provarlo dopo una visita al Parco Faunistico Le Cornelle di Valbrembo (che consiglio vivamente): la visita si è mostrata estremamente positiva.
Già la presentazione del menu è molto simpatica: "Vi ringraziamo per aver scelto di passare una serata alla trattoria 'Dillo alla Luna'. Speriamo vivamente che la nostra cucina e il servizio soddisfino le vostre aspettative.
Se così non fosse, vi preghiamo di non esitare nell'esporre vostre eventuali lamentele. Così facendo, ci permetterete di crescere professionalmente, aiutandoci a migliorare la qualità del nostro lavoro e la nostra soddisfazione.
Buona serata e buon appetito! Angelo, Paolo, Raffaele e Roberto".

È possibile anche nella bella stagione accomodarsi ai tavoli in una piccola veranda all'esterno.

Ordinate subito una focaccia (forse la migliore che abbia mai mangiato): risulterà ben cotta, calda, fragrante di sapore squisito e passate quindi al menu ben presentato.
Nell'occasione si poteva scegliere fra:
antipasti.
"cielo": lo spiedino di caprese con tortino alla melanzana (€ 7),
"terra": tagliere di salumi e formaggi (€ 7,50),
"mare": il cestino di sfoglia con gamberetti in salsa rosa (€ 9),
i primi piatti (da 6,50 a 8,50 euro).
i nostri casoncelli,
la lasagnetta al radicchio Trevisano e Branzi,
le pennette allo speck e rosmarino,
il risotto mantecato alle fragole e scampi,
gli spaghetti con julienne di persico e salsa americana,
i tagliolini saltati ai gamberi e arancia,
i secondi di pesce (da 9 a 10 euro).
l'insalata di mare tiepida con pinoli e pomodorini,
il carpaccio di salmone affumicato con panna acida, noce moscata e bicchierino di vodka,
la sfoglia di piovra all'arancia e timo,
la tagliata di tonno marinato allo zenzero,
i medaglioni di calamari ripieni di gamberi e riso venere al profumo di sandalo
il rotolo di orata alla mediterranea,
i secondi di carne.
la costata del Simone (€ 3,00/ettogrammo),
le costolette di agnello gratinate alla Provenzale (€ 9),
il filetto di maiale all'aceto balsamico (€ 10),
la tagliata di manzo al radicchio, Valcalepio e parmigiano (€ 10),
il carpaccio di magatello di vitellone lardellato e marinato al salmoriglio (€ 8,50),
i secondi né carne... né pesce.
la terrina di patate e scamorza con sigaro di melanzana al branzi (€ 8),
i contorni (da 3 a 3,50 euro),
la fantasia di verdure fresche,
le verdure saltate all'olio extravergine,
le patate fritte,
le verdure grigliate,
e per concludere:
la degustazione di formaggi con marmellate (€ 6),
i dolci della casa (€ 3,50).

Sono disponibili anche circa 50 tipi di pizza con prezzi da 4,50 euro a 7 euro.

Noi abbiamo preso: una porzione di gamberi con pomodori e salsina al basilico (fuori menù)(strepitosi); un tagliere di salumi e formaggi (dove l'accostamento con la focaccia è risultato squisito); un risotto; un piatto di spaghetti; un carpaccio; una torta di cioccolato e nocciole; un semifreddo ai frutti di bosco.

Discreta carta dei vini con ricarichi contenuti e con disponibilità di qualche vino importante ("da meditazione") e anche mezze bottiglie.
Vino: due bottiglie di Pinot nero vinificato in bianco Cà di Frara 2005 (€ 13),
due grappe Tosolini di Pinot Grigio e di Cabernet.

Dopo il giorno di chiusura il menu avrebbe compreso come nuovi piatti:
la polentina bianca con crema di zola e frittura di champignon,
lo zuccotto di pesce spada affumicato con cipolle di Tropea caramellate al Campari,
le linguette di pasta crepes ai porcini e Branzi fuso,
il risotto mantecato alle mazzancolle, zafferano, porcini e cacao amaro,
la lasagnetta con avocado, julienne di branzino e Pachino,
i tagliolini cotti nel tè verde saltati con scampi e pesto genovese,
la composta di gamberi e seppie con crema di basilico,
le gallinelle alla griglia con confettura di zucchine,
il carpaccio di salmone marinato con carciofi spadellati al timo,
le costolette d'agnello scottato con arancia e tabasco,
la tagliata di manzo con melanzane grigliate e formaggio di capra,
i bocconcini di salsiccia con crema di funghi alla senape,
i tre formaggi alla griglia con crostoni di pane all'origano.

Come potete ben vedere la scelta dell'assemblamento dei piatti denota una ricerca accurata, la scelta delle materie prime (nell'occasione della nostra visita) era molto alta. Le porzioni sono molto abbondanti e lo denota il fatto che siamo riusciti a prendere solamente un secondo piatto.
Totale: € 87,50 di cui € 34,50 di vino e distillati.

Roberto Guidini

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.