Dopo aver visitato piazza dei Miracoli nella giorn...

Recensione di del 24/03/2008

Il Campano

29 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Dopo aver visitato piazza dei Miracoli nella giornata di pasquetta deciamo che è venuta l'ora di mettere qualcosa sotto i denti. Proseguendo per una decina di minuti a piedi dalla piazza notiamo questa piccola trattoria ai piedi di una piccola torre. Inizialmente pensavamo che il nome "Il Campano" presupponesse una cucina del sud mentre in realtà questo nome ricorda la funzione che aveva quell'edificio nei tempi passati. Infatti in cima alla piccola torre c'è una campana che era il segnale che annunciava l'inizio delle lezioni all'università. Quando entriamo il locale è pieno ma la titolare ci informa che se possiamo attendere dieci minuti ci darà un tavolo. Decidiamo di attendere all'esterno visto che dentro il locale non c'è una sala d'attesa. In effetti all'interno, i tavoli sono decisamente vicini tra loro e su una parete c'è un ampio scaffale che contiene moltissime bottiglie (attenzione a non farle cadere, non è poi così difficile). In tutto ci saranno si è no venti coperti ma nonostante questo dopo circa 15 minuti la signora ci richiama e prendiamo posto.
Il menu che ci viene immediatamente portato dall'unica giovane cameriera comprende i classici piatti tipici toscani, affettati, fiorentina, anche se decidiamo di gustare un risotto ai carciofi e pecorino.
Le portate non impiegano molto ad arrivare e sono servite su grandi piatti rotondi. Il riso è cotto al punto giusto e l'abbinamento tra pecorino e carciofi è ottimale. Per secondo anche se la fiorentina ci attira (da notare che prima di essere cucinata la cameriara la porta in visione per avere l'approvazione del cliente) decidiamo per dei piatti non propriamente leggeri.
Per me spezzatino di cinghiale e polenta mentre per la mia compagna spezzatino di cervo e capriolo con timballo di riso. Viste le pietanze ci aspettavamo delle quantità limitate, quasi degli assaggi, mentre rimianiamo piacevolmente sorpresi per i piatti che quasi trasbordano. Ma la quantità, si sa conta solo se è abbinata alla qualità e anche Il Campano fa centro. I gusti sono forti e decisi per tutte e tre le tipologie di carne che non esitiamo a scambiarci per cercare di eleggere la miagliore tra le tre.
La mia ragazza è sorprendentemente affamata oggi e decide di prendere anche un dolce: un soufflè al cioccolato che ha ricordato per molto tempo data la bontà.
Per non appensantire ulteriormente il pranzo ci siamo limitato ad un quarto di vino rosso della casa, anche se col senno di poi sarebbe stato meglio abbianare un vino dal gusto più deciso soprattutto in corrispondenza degli ottimi piatti di carne.
Come altri locali toscani il servizio è in percentuale anche se visto il nostro conto poco cambia rispetto al tradizionale coperto. Per riepilogare 7 € per il primo, 13 € per il secondo e 4 e per il dolce per persona, per un totale di 57 €. Visti i coperti ridotti, prenotare è indispensabile oppure dovete avere un po' di pazienza e magari un po' di fortuna per trovar posto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.