Eccoci in una tre giorni sul Ggarda con base a Pes...

Recensione di del 23/09/2006

La Torretta

28 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Eccoci in una tre giorni sul Ggarda con base a Peschiera dove cerchiamo di districarci per una buona cena visto che i pranzi sono decisamente insoddisfacenti per via degli spostamenti; cosi dopo una brutta esperienza la prima sera, al secondo tentativo aggirandoci per i vicoli di questa piccola ma bella città veniamo attirati da un stupenda torre illuminata e al disotto un ristorantino che prende il nome da questa costruzione.

Il locale è piccolo: sei tavoli nella sala interna e una decina in quella esterna. All'interno c'è il camino dove vengono preparate le carni i pesci e le verdure; pochi tavolini e sopratutto una ricchissima cantina.
All'esterno i tavoli poco distanziati sono ben apparecchiati con già a tavola aceto e olio di ottima qualità, un porta candela e la classica apparecchiatura con due forchette e un coltello; un solo bicchiere per l'acqua, quello per il vino vi arriveràa dopo che avrete scelto la vostra bottiglia (col giusto calice
per l'etichetta ).

Il servizio è rapido e molto cortese; i menu arrivano immediatamente e qui possiamo subito capire il livello del locale.

Per antipasto scegliamo dei carpacci: io di filetto e funghi, il mio compagno di cena uno di pesce di lago.
Entrambe le scelte sono premiate da piatti molto ricchi e saporiti, la materia prima è freschissima, i funghi metà porcini l'altra metà chiodini sono decisamente freschi, il piatto risulta molto buono anche se forse una salsa agrodolce avrebbe migliorato il gusto.

Per primo io prendo delle fettuccine all'uovo con porcini e tartufo; il mio amico dei bigoli con trota e persico.
Le fettuccine sono ottime: il gusto del tartufo diventa subito proprietario del piatto anche se non copre il sapore dei porcini; il tutto è ben condito, anche se forse con un po' troppa cipolla.
I bigoli sono decisamente più buoni: la trota e il persico si sposano in maniera perfetta donando al piatto una sapore delicato tanto da farmi pentire della mia scelta.

Per secondo, per continuare sulla scia iniziale, mi lancio in una tagliata di manzo spadellata con patate al rosmarino e che dire? Ttanto semplice quanto saporito come piatto: sarà stata la fame ma anche questo mi lascia sbalordito.

Parliamo dei vini. Se vi lascite catturare dal vino della casa non farete una cattiva scelta: si tratta infatti di un ottimo Merlot delle vigne vicine; altrimenti ci sono decine di etichette sulla carta che ben si adattano a tutti i palati e tutte le tasche.

Chiudiamo la cena con una fetta di torta al cioccolato delicatà e corposa che però non giudichiamo al livello della cena.
Le ragazze che servono ai tavoli, tre per la precisione, sono sempre pronte a qualche consiglio per i più indecisi e garantiscono un servizio impeccabile.

Il rapporto qualità/prezzo è ottimo anche se la scelta carne e buon vino porta sempre su il prezzo della cena..
Se passate da queste parti non lasciatevi scappare questo piccolo ma eccezionale ristorante, che è anche presente sulla guida Veronelli 2006.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.