All'unico semaforo di San Benedetto, frazione di P...

Recensione di del 17/08/2010

Al Combattente

24 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 24 €

Recensione

All'unico semaforo di San Benedetto, frazione di Peschiera, si svolta non verso i campi e le colline moreniche, ma verso il lago, verso la spiaggia. Quando si nelle vicinanze del bagnasciuga, sappiate che avete passato da poco il locale dove stata andando a cena. Il posto è si fa piacere. Posti sotto il pergolato, posti in una sala interna con vetrate aperte, in estate, e un paio di sale interne. Meglio fare prima una telefonata e prenotare un tavolo, almeno da evitare che, tra un aperitivo e il terzo, si possa andare a cena non alla prima ondata per poi trovare un due di picche. Sì arriva, ci si siede, arriva il cameriere, enuncia il menù e si ordina. La loro proposta è subito un antipasto di lago. Noi siamo qua per mangiare del pesce benacense e, quindi, la proposta è subito gradita. Ne ordiniamo due porzioni, sufficienti per tre. Ordianiamo un Lugana Olivini, il titolare parte spiedo a prenderlo, torna a mani vuote.

- Mi dispiace, non ricordavo di averlo finito.
- Non c'è problema...
- Ve ne porto uno altro e vi faccio lo stesso prezzo.
-...
- Ci penso io.

Prende la direzione della cantina e, questa volta, non torna a mani vuote.

- Ho scelto questo in base ai miei personali gusti, spero vi piaccia.

Ci piacerà, molto. Prima arriva della trota tonnata assieme a della trota cruda, servita, a parte, con riccioli di burro e pane tostato. Buona, morbida e saporita. Entrambe si contraddistinguono per sapore e freschezza. Con loro arrivano anche un piattino con fagioli, cipolle, peperoni e non ricorda cosa altro. Nel secondo gradito round sul ring, pronti a essere mangiati, arrivano un piatto di luccio in salsa di sarde con polenta abrustolita e pesce di lago misto in carpione. Per il primo ho un debole a priori, indipendentemente dalla preparazione, per il secondo il solo assaggio può rendere l'idea. Pausa. Beviamo un altrao bicchiere del buon Lugana che abbiamo in tavola. Secondo tempo. Uno prende un piatto di tortelli di zucca, che fanno la loro buona figura, ma degli amaretti sbriciolati sopra avrebbero migliorato la figura stessa, nonché il sapore. Uno, io, prende i tagliolini con la tinca: pasta grossiccia, ben cotta, condita con abbondante tinca e pomodoro fresco. Mi si dice sia il piatto forte del locale e questo, senza tante emulazioni di Pindaro, anticipa la sua bontà. Un altro prende dei filetti di pesce persico impanati. Subliminali, vi rendono predisposti a tutto.

Raro trovare un ristorante di pesce di lago sul lago e qua il rapporto tra prezzo, qualità e quantità è interessante.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.