Per sfuggire al caldo della pianura, decidiamo di ...

Recensione di del 22/08/2009

Al Combattente

29 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Per sfuggire al caldo della pianura, decidiamo di fare una gita al lago, destinazione Sirmione, con annessa visita al Combattente, ristorante che si trova poco lontano in cui siamo già stati quattro o cinque volte e che ci piace molto.

Prenotiamo il giorno prima, non si sa mai, e ci presentiamo con un quarto d'ora di anticipo.
Il proprietario ci accoglie e ci dice subito che purtroppo non potremo mangiare fuori, visto che il tempo non promette niente di buono.

Peccato, perché i tavoli si trovano sotto un pergolato e sono ben illuminati, sarebbe proprio carino.
Poco male, ci accomodiamo nella prima sala, con ha le pareti a vetro che quindi sono completamente aperte. Durante la cena dovremo anche chiuderle perché il vento aumenterà, insieme alla pioggia.

I tavoli sono sufficientemente distanziati, anche se quelli dell’altra sala, che deduco venga usata in inverno perché più calda, sono più lontani. Sono apparecchiati con tovaglia di un bel giallo carico sotto e sopra bianche, stoviglie, bicchieri da acqua e vino e un cilindro con dei grissini confezionati.

Arriva subito il cameriere, gentilissimo e simpaticissimo, che, al contrario delle altre volte, quando aveva enunciato le portate a voce, ci porta un menu.

In effetti non ci serve, visto che sappiamo già cosa prendere e dal pomeriggio che pregustiamo quello che mangeremo! Ovvero tagliolini alla tinca, filetti di persico dorati per me e lavarello alla piastra per lui.
Ci facciamo però suggerire un piccolo antipasto, giusto un assaggino, per tamponare i morsi della fame.
Sappiamo infatti che l’antipasto di lago, pur essendo molto buono, è anche molto abbondante…

Il cameriere ci suggerisce il carpaccio di trota coi crostini e noi accettiamo volentieri.

Nell’attesa visitiamo anche la toilette, che menziono perché era molto bella: pulita, spaziosa ed essenziale, sui toni del bianco e marrone.

Ci viene servito, su un piattino ovale, il carpaccio, che già dall’aspetto sembra invitante. Sullo stesso piatto ci sono dei riccioli di burro e a parte i crostini tostati, che sembrano quasi affumicati.
La trota è buona, molto morbida e saporita. Peccato per qualche lisca, che però riusciamo ad individuare e eliminare…
Ringraziamo il cameriere per il suggerimento, perché era esattamente quello che intendevamo, sia come quantità, sia come bontà del piatto.

Dopo una decina di minuti arrivano anche i tagliolini con la tinca, specialità del ristorante.
La porzione è abbondante.I tagliolini sono al dente e il sugo è fatto con pomodori freschi, tinca (in abbondanza) e prezzemolo. Come sempre molto buoni, anche se questa volta c’era un po’ meno olio del solito. Ne guadagna la salute, forse un po’ meno il gusto. Comunque mi sono piaciuti molto.

Arrivano anche i secondi. Nel mio piatto ci sono sei filetti di persico impanati, una foglia di insalata come guarnizione e uno spicchio di limone.
Il filetto di lavarello è molto grande, scottato solo dalla parte della pelle.
Poco prima ci era stato servito il contorno: patate, zucchine e fagiolini al vapore.
Soddisfatti, ci prendiamo una pausa prima del dolce.

Siamo indecisi tra tiramisù e panna cotta e alla fine optiamo per quest’ultima.
Chiediamo di aspettare un po’ prima che ci venga servita, siamo davvero sazi, ma anche golosi…

Ci viene infine servita una fetta abbastanza spessa di panna cotta con una salsa di more. Mi sembra sia una composta, un po’ più liquida, con anche i frutti.
Buona la panna cotta, fatta in casa, e corretto l’abbinamento con la salsa.

Ottima cena, per un prezzo molto modico:
antipasto: 5 euro
primi: 7,00 euro l’uno
secondi: persico 9,00, lavarello 11,00
contorno: 3,50
dolci: 3,50 l’uno
coperto: 2 euro
acqua: 2,50

Il conto totale era di 58,50, che viene arrotondato a 58.

Consiglio assolutamente questo ristorante, sia per il cibo, sia per la cortesia ed il servizio.
L’unica nota dolente è la cucina, che affaccia sulla sala e, soprattutto quando fa freddo, si sente molto forte l’odore delle pietanze cucinate che si sente dopo anche sugli abiti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.