Cambia il modello, ma non la bontà

Recensione di del 19/07/2015

Agriturismo La Costa

45 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Sono circa 6 mesi che manco dalla Costa e ignoro le recenti modifiche all’offerta enogastronomica.

Infatti i proprietari, dato il successo raccolto in questi anni, hanno diviso in due la propria offerta: una alla “Cascina Scarpata”, la consueta fantastica cascina e l’altra, la Galbusera Nera, nel nuovo recentemente ristrutturato fienile.

Due luoghi diversi, lontani 10 minuti di cammino l’uno dall’altro, dove la famiglia Crippa offre due menu differenti: alla “Scarpata” una cucina più creativa e ricercata con due menu fissi, uno di terra e uno di pesce di lago; alla “Galbusera Nera” invece la cucina della tradizione con un menu alla carta che cambia di mese in mese in funzione della stagionalità dei prodotti.

Ma veniamo ai nostri due menu tra cui scegliere: Menu de territorio di carne e menù del territorio di pesce.

Quello di carne mi ispira particolarmente anche se vorrei assaggiare almeno un piatto con il pesce di lago che solitamente non mi fa impazzire.

Visto che non ci sono molti tavoli occupati, mi viene concesso di cambiare una delle pietanza del menu di terra con una del menù di pesce. E quindi decido di provare i tagliolini al missoltino, ricotta infornata e crema di piselli e zenzero che sostituisco ai paccheri di vitello e funghi.

Ma andiamo con ordine… ci viene portato immediatamente il pane con dei grissini buonissimi e una focaccia strepitosa che infatti finisce immediatamente.

Siamo in cinque: quattro adulti ed un bimbo di 1 anno e mezzo, che si mangia anche il mio pezzo di focaccia e mi costringe a chiederne un altro po’.

Per lui prendiamo dei tagliolini al ragout di carne. Piatto che arriva molto velocemente, cosa sempre apprezzabile. Bravi.

Il nostro piatto di benvenuto consiste in una bronoise di nervetti accompagnata da gocce di salsa cocktail il tutto condito con un olio aromatizzato… piatto buonissimo, ne avrei mangiato un po’ di più.

Il menu di pesce, preso da uno dei commensali prevede come antipasto un lavarello marinato e il gin tonic. Piatto molto bello da vedere e anche particolarmente buono, ma che non assaggio.

Per me invece “La nostra Caprese”: spuma di mozzarella (o forse semplicemente mozzarella frullata) con pomodori e culis di basilico. Piatto fresco e buono.

A seguire per me i tagliolini al missoltino, ricotta infornata e crema di piselli e zenzero, piatto veramente buono, grande equilibrio tra la bottarga di missoltino e la crema di piselli e zenzero. Un po’ meno evidente la ricotta infornata.

Nel frattempo si susseguono i vini: il primo è un vino bianco molto buono di cui però non ricordo il nome. A seguire e su mia richiesta ci viene servito un Olè Dirupi, Rosso di Valtellina del 2013, prodotto dal marito di una delle figlie, produttore molto bravo della Valtellina, onestissimo vino molto buono.

Il nostro menu di terra prosegue con la coppa di maiale, gelato ai peperoni arrostiti, crema di cipolle rosse caramellate e chips di patate. Veramente eccezionale. Gelato ai peperoni favoloso.

Con questo piatto ci viene servito l’ultimo vino un, il Seriz, Merlot e Syrah che però non è all’altezza del precedente.

Chiudiamo con un buon caffè fatto nella moka e una mezz’ora nel giardino sul retro che si affaccia sulla vallata, godendoci una splendida giornata estiva e respirando aria buona in questo fantastico angolo della brianza.

La prossima volta proverò sicuramente la Galbusera Nera, ma sono sicuro che la qualità sarà comunque alta. Bravi.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.